Alla Regina di Cattolica teatro, danza, comicità e musica

Teatro, danza, comicità e musica: il Teatro della Regina di Cattolica annuncia i protagonisti del cartellone 2019-2020, una stagione ricca di spettacoli d’autore, con la novità della doppia serata in occasione di due appuntamenti imperdibili, con Alessio Boni e Filippo Timi.

Filippo Timi, 5 e 6 dicembre, presenterà Skianto, delicata storia, con elementi autobiografici, di un bambino diversamente abile che non corrisponde alla creatura che i genitori si erano immaginata al momento del concepimento. Alessio Boni e Serra Yilmaz porteranno a Cattolica il Don Chisciotte di Francesco Niccolini, liberamente ispirato al romanzo di Miguel de Cervantes Saavedra, il 18 e 19 gennaio. Per il resto la stagione di prosa rimane in data unica e vedrà, dal 14 novembre, Leo Gullotta in Pensaci Giacomino di Luigi Pirandello, la Locandiera Amanda Sandrelli (il 9 gennaio), Ale e Franz interpreti di un inedito Shakespeare in “Romeo&Giuletta. Nati sotto contraria stella”, spettacolo “di soli uomini” con la regia di Leo Muscasto, in cui gli attori maschi interpretano anche i personaggi femminili. dando vita, al più autentico spirito elisabettiano. La chiusura del cartellone della prosa è affidata a “Così parlò Bellavista”, prodotto da Alessandro Siani e Sonia Mormone: un omaggio a Luciano De Crescenzo, scrittore, regista, poliedrico letterato napoletano, recentemente scomparso, padre del famoso romanzo da cui fu tratto il film, qui adattato per il teatro da Geppy Gleijeses, in scena con Marisa Laurito e uno straordinario cast di autori napoletani.

Per la danza, sul palco del Regina si spazia dal classico al contemporaneo: il 12 dicembre di scena la Cenerentola di Rossini nella straordinaria versione coreografica firmata da Giorgio Madia, ispirata alla celebre fiaba di Charles Perrault. Il 15 febbraio la Mm Contemporary Dance Company proporrà Carmen e Bolero, nell’interpretazione di due coreografi italiani, Emanuele Soavi, da anni attivo in Germania presso prestigiose compagnie, e Michele Merola, direttore artistico della compagnia.

Comicità d’autore con gli spagnoli Yllana in “PaGAGnini”, un “dis-concerto” che unisce l’elegante e virtuosa interpretazione di quattro eccezionali musicisti a gag e variazioni sul tema (7/2); il 14 marzo con la “Sagra famiglia” torna al Regina Paolo Cevoli, mentre il 4 aprile Alessandro Fullin proporrà “Suore nella tempesta”, avventura di un gruppo di suore che tentano di attraversare la Tempesta del fascismo che approda a Torino nel 1944.

Nel cartellone della Musica spicca (18/1) Fuochi sulla collina, un incontro-spettacolo dedicato ad Ivan Graziani, concepito dal figlio Filippo con il giornalista Andrea Scanzi,

Due le proposte musicali fuori abbonamento: sabato 9 novembre “Flow. La mente latente”, coinvolgenti racconti del medico conduttore Michele Cassetta insieme al grande Gene Gnocchi; sabato 14 dicembre Queenmania Rhapsody, per rivivere la favola di Freddie Mercury grazie alla Queen tribute band più acclamata d’Europa, con un contributo video straordinario di Katia Ricciarelli e la regia di Daniele Sala.

Rinnovo abbonamenti da lunedì 23 settembre. Info: 0541/966778. Inizio spettacoli ore 21.15.

NUOVI LINGUAGGI ALLO SNAPORAZ

La stagione del Salone Snaporaz si aprirà con un appuntamento internazionale in musica: il 25 ottobre dalla Sierra Leone arriva la voce dolce e profonda di Mariama, accompagnata da Serge Ananou e Georges Dieme, per presentare il nuovo album Love, Sweat and Tears. Di analogo respiro internazionale la seconda proposta, (20/2), un concerto che vede insieme la pianista e cantante brasiliana Clarice Assad e il più grande trombettista italiano Fabrizio Bosso. Il 26 novembre Silvio Castiglioni firma l’adattamento e interpreta una storia piena di mistero e consolazione tratta dal libro di Antonio Moresco La Lucina. Il 10 dicembre per il progetto Teatro e Salute mentale della Regione Emilia Romagna la Compagnia il Dirigibile porterà in scena I figli sono figli! tratto da Filomena Marturano di Eduardo De Filippo. Il 23 gennaio in scena “Per la ragione degli altri. Un tradimento di Pirandello”, riscrittura sul tema della famiglia e del tradimento di Michele Di Giacomo e Riccardo Spagnulo, mentre il 16 aprile una prima assoluta con la voce di Iaia Forte e il sax Javier Girotto che interpreteranno, in parole e musica, “Interno familiare”, dal capolavoro di Anna Maria Ortese “Il mare non bagna Napoli”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *