Alte Marche Altra Musica: il nuovo festival itinerante

di VALENTINA BASILI – “Nei luoghi tra il Catria e il Nerone i quattro elementi di sapienza greca presocratica acqua, aria, terra e fuoco, inteso come creatività, si trovano nella loro condizione migliore. L’obiettivo è sfruttare questa energia creativa in senso culturale ed artistico” queste le parole di Sandro Pascucci (direttore del Comunale di Cagli) parlando della prima edizione del Festival Alte Marche Altra Musica, dal 7 all’11 agosto nei comuni di Cantiano, Cagli, Frontone, Sassoferrato, Serra Sant’Abbondio. L’iniziativa, curata dall’associazione Musicamorfosi, è promossa dall’Unione Montana del Catria e del Nerone e dalla rete “Asili d’Appennino- Le dimore delle Creatività nelle Alte Marche” con il patrocinio dell’Assemblea Legislativa della Regione Marche.

Musicamorfosi sotto la direzione di di Saul Berettasi distingue per qualità musicale e fantasia creativa che hanno prodotto decine di festival itineranti in tutta la Lombardia. È proprio dal Castello Sforzesco di Milano che è partita la campagna pubblicitaria dell’evento, attraverso una comunicazione basata sulla fotografia, per mostrare la bellezza di questi territori, a volte poco conosciuti, e attirare un pubblico attento e già fidelizzato dalla qualità degli appuntamenti proposti negli anni da Musicamorfosi” spiega Viviana Bucci, marchigiana di nascita e di cuore ma oggi residente a Milano e collaboratrice dell’associazione.

Musica dal vivo nei castelli, nelle piazze, nei palazzi e nelle chiese dei cinque comuni aderenti, nell’ottica di una promozione di questi luoghi-simbolo delle aree che abbondano di arte, natura e tradizioni culturali. “Il Festival vuole valorizzare il territorio e permettere la collaborazione dei Comuni” spiega Francesco Passetti, sindaco di Frontone e presidente dell’Unione Montana.

Il primo appuntamento “Flower Power” è previsto martedì 7 agosto alle ore 21.30 a Palazzo degli Scalzi a Sassoferrato, unico comune in provincia di Ancona. Il duo chitarra e voce Valerio Scrignoli e Nicoletta Tiberini proporrà un revival del rock psichedelico degli anni ’60, pienamente intriso di cultura hippie. In caso di maltempo l’evento si sposterà a Palazzo Merolli.

Mercoledì 8 agosto alle 21.30, in Piazza Garibaldi a Cantiano, “C’era una volta il Quartetto Cetra” un omaggio ai successi dei Cetra eseguiti dal trio vocale “The Apricot Tree” composto da Nicoletta Tiberini (soprano), Chiara Lucchini (contralto), Andre Di Ceglie (baritono), Nadio Marenco (fisarmonica). In caso di maltempo sarà spostato a Palazzo Comunale.

“Pinocchio e altre storie” è il tema del terzo appuntamento, giovedì 9 agosto alle ore 21.30 nella Chiesa di San Francesco, a Cagli. Antonio Zambrini (pianoforte), Jesper Bodilsen (contrabbasso) e Martin Andersen (batteria) attraverso un’originale rilettura jazz renderanno omaggio alle musiche di Fiorenzo Carpi, compositore del celebre Pinocchio televisivo di Luigi Comencini.

Venerdì 10 agosto alle 21.30 lungo le mura di Serra Sant’Abbondio “Ninne nanne dal mondo” con voce di Antonella Tiberini e Nadio Marenco alla fisarmonica, un viaggio musicale ascoltando le parole che accompagnano ogni bambino da Cuba al Togo, da Istanbul a Sarajevo, da Roma al Mississipi. Dopo il concerto, escursione “A veder le stelle cadenti dal colle della Mozza”. L’esibizione si terrà a Palazzo Comunale in caso di maltempo.

A concludere l’evento sarà “Radio Rossini” una rilettura del Barbiere di Siviglia che intreccia opera, jazz e rock a dimostrazione della contemporaneità dell’intramontabile capolavoro rossiniano. Il progetto, già commissionato nel 2014 dal Rossini Opera Festival, viene riproposto come omaggio nell’anno dei 150 anni dalla morte e sarà eseguito da Giovanni Falzone (tromba) e da Mosche Elettriche, con Valerio Scrignoli (chitarra elettrica), Giacomo Papetti (basso elettrico), Riccardo Tosi (batteria) da una produzione di Musicamorfosi.

Accanto agli eventi programmati si accosta l’iniziativa Concerti al fiume: cinque giorni di concerti improvvisi e improvvisati in tarda mattinata con i musicisti ospiti del festival sulle rive dei fiumi Bosso e Burano. Per saperne di più occorrerà telefonare last minute e scoprire dove si svolgerà l’esibizione. L’idea muove dal libero incontro tra persone, musica e natura con l’augurio che i passanti e coloro che si trovano al fiume per caso vengano attirati da queste esibizioni libere e originali.

Per tutte le informazioni: www.altemarche.it

Info per il pubblico 331 4519922 – Email: info@altemarche.it

Il festival è prodotto da Musicamorfosi www.musicamorfosi.it

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *