Artisti in piazza: magia e stupore

Fino a domenica 17 giugno, Pennabilli, il delizioso Borgo al confine tra Romagna e Marche, sarà al centro del mondo degli artisti di strada: 50 compagnie internazionali di teatro, musica, nouveau cirque, danza, clownerie, teatro di figura che si esibiscono in 27 punti spettacolo dislocati negli angoli più suggestivi del centro storico per la 22° edizione del Festival Internazionale di Arti Performative Artisti in Piazza.

Artisti in Piazza è noto per proporre non solo qualità e varietà di discipline e ed espressioni artistiche, ma anche per la pluralità di provenienze degli artisti e la conseguente ricchezza di spettacoli, che unite all’alto numero di location, danno la possibilità di elaborare un fitto programma che arriva a circa 400 repliche ad edizione, con debutti nazionali e internazionali che attira migliaia di spettatori da tutta Europa (circa 40.000 presenze ogni edizione).

Da segnalare la presenza del mitico Cirque Bidon, la carovana guidata dal fondatore Francois Rauline, detto Bidon, che, fino a sabato 16 giugno, alle ore 21.30, proporrà il suo nuovissimo “Entrez dans la danse!” in prima mondiale.  Protagonisti del festival sono sì teatro, musica, circo contemporaneo e danza ma soprattutto forme ibride che fondono e mettono a confronto discipline diverse, anche molto distanti tra loro, creando interessanti combinazioni che danno vita a nuovi linguaggi e poetiche. Tra le 50 compagnie internazionali in programma quest’anno troviamo dunque spettacoli multidisciplinari, site specific elaborati grazie ad un periodo di residenza creativa, partecipazione della comunità locale, coproduzioni, prime assolute e diversi debutti nazionali.

Grazie alla residenza creativa, dall’inizio del mese di giugno, la Fondazione Luzzati-Teatro della Tosse e Balletto Civile (IT) hanno lavorato alla realizzazione di una nuova collaborazione fra Michela Lucenti ed Emanuele Conte che porterà in scena ad Artisti in Piazza, coproduzione dello spettacolo, in prima assoluta “AXTO+ – Oratorio per corpi e voci dal labirinto”.

Gradito ritorno al festival di Claire Ducreux: l’idea per il suo ultimo progetto Silencis è nata proprio a Pennabilli nel 2015, quando Claire è stata ospite del festival, ispirata dal ciliegio dell’Orto dei Frutti Dimenticati, creazione del Maestro Tonino Guerra. Un invito di un albero che sussurra: fermati, perché vivere è urgente: la Ducreux vuole trasmettere e condividere una presenza poetica, un’essenza, quella sensazione che a volte ci aiuta a ricordare e a percepire la magia della vita.

Immancabili i Trukitrek che quest’anno presentano Mr. Train, dove il teatro di figura si interseca poi con il linguaggio cinematografico, lo spettacolo coprodotto dall’Associazione culturale Ultimo Punto è ispirato al racconto Il cane blu del poeta e sceneggiatore Tonino Guerra, una favola poetica senza parole che unisce il teatro di figura e il cinema d’animazione.

Artisti in Piazza non è solo shows ogni anno un ampio spazio è dedicato all’artigianato artistico con il “Mercatino del solito e dell’insolito” che conta circa 150 espositori ed artigiani.

Una novità 2018 riguarda la possibilità di alloggio. Arriva a Pennabilli la camera d’albergo itinerante, un’idea innovativa nata in Inghilterra: The Pop Up Hotel. Questa collaborazione offre la possibilità di vivere il Festival attraverso un’esperienza nuova e alla portata di tutti nelle due rooms, le Festival e le Basic, che possono ospitare fino a 4 persone. Dettagli, costi e prenotazioni sul sito di The Pop Up Hotel.

Il Festival è organizzato da Associazione Culturale Ultimo Punto in collaborazione con Associazione Pro Loco e Comune di Pennabilli, la Mostra Mercato Nazionale Antiquariato Pennabilli e Chiocciola la casa del nomade.

Originalità e innovazione, valorizzazione delle tradizioni, coinvolgimento e divertimento del pubblico: Artisti in Piazza non smette mai di stupire.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *