Cuccarini vs Ingrassia: Non mi hai più detto..ti amo!

Da venerdì 16 a domenica 18 marzo al Teatro della Fortuna l’ultimo appuntamento di FanoTeatro è all’insegna della commedia: “Non mi hai più detto… ti amo!”, con Lorella Cuccarini e Giampiero Ingrassia, la straordinaria coppia di Grease, in una commedia ironica, intelligente e appassionante, cucita addosso ai due protagonisti, istrionici, divertenti e straordinariamente affiatati diretti da Gabriele Pignotta, anche autore del testo. La famiglia è il motore principale dello spettacolo, con le sue fragilità e con la sua forza.

Ha rivelato di essere emozionata come una principiante…?

<Si perché comunque segna il mio debutto: ho lavorato nel musical, ma debuttare nella prosa non è proprio una passeggiata! Certo farlo al fianco di Giampiero è sicuramente garanzia di professionalità e complicità, ma per me è una prima prova.>

Cosa ci racconta di questo spettacolo?

<Non vorrei dire molto, perché non è uno spettacolo scontato: porta in scena la quotidianità, una storia attuale nella quale il pubblico trova piccoli pezzi della propria vita. Si parla di una famiglia che vive un momento difficile, che la destabilizza, mettendo in discussione tutto. Si ride anche, ma c’è anche spazio per riflessione.>

Un modo leggero, ma non per questo superficiale di raccontare la famiglia?

<No assolutamente! Mi è piaciuta l’idea di debuttare con un testo nuovo: mi piace l’idea di “indossare” per la prima volta questi personaggi, dargli un’impronta molto personale e condividerla con il pubblico che sicuramente si ritrova a tratti o interamente con alcuni di loro. Finora abbiamo ricevuto molti consensi e c’è molta immedesimazione.>

Cosa pensa della famiglia di oggi?

<Sentivo proprio l’esigenza di parlare della famiglia in chiave diversa, anche ristabilendo quello che secondo me è famiglia, motore della Società, il primo cenno di Società che dovrebbe insegnare i valori e l’educazione. Abbiamo grosse e importanti responsabilità in merito. La famiglia in questi ultimi anni è stata molto bistrattata, messa in discussione e tolta dal piedistallo e non rappresenta più un punto di forza.>

Necessaria una rivalutazione?

<Bisognerebbe saperla reinterpretare, guardando avanti, che non significa cancellare e buttare via tutto, ma tenere quello che c’è di buono, inserendo e ampliando i concetti di pari passo con la contemporaneità. Attraverso il linguaggio di questa commedia vorremmo anche cercare di fare capire questo.>

Una coppia affiatata con Ingrassia?

<È stato bellissimo perché ci vediamo sempre, ma non ci eravamo più incontrati artisticamente. Ci siamo ritrovati a distanza di 20 anni come marito e moglie, con un vissuto personale molto importante, fatto di tanti bei momenti, ma anche di quelli difficili compresi gli schiaffoni che ti riserva la vita. Il teatro, in queste occasioni, ti permette di metabolizzare.>

Ballerina, attrice, conduttrice e anche scrittrice: cosa le manca?

<Scrittrice non direi, è stata solo un’altra esperienza. Forse un settore mai percorso è il cinema: essendo un personaggio televisivo non ho molto avuto a che fare col cinema. Mai dire mai: sono molto curiosa e amo le grandi sfide, alzare sempre l’asticella delle difficoltà e intraprendere lavori più complessi e impegnativi.>

Completano il cast dello spettacolo – prodotto da Milleluci Entertainment – Raffaella Camarda, Francesco Maria Conti, Fabrizio Corucci. Musiche di Giovanni Caccamo, scene di Alessandro Chiti, costumi di Silvia Frattolillo, luci di Umile Vainieri.

Info: Teatro della Fortuna  0721 800750

Venerdì e sabato ore 21, domenica ore 17

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *