Dance Immersion Festival: XI edizione a Cagli

È in corso a Cagli, l’XI edizione di Dance Immersion Festival, per una intera settimana di profonda immersione nell’arte coreutica e nelle sue contaminazioni, tra musica, arte visiva, conversazioni, set fotografici e stage con maestri di livello internazionale.

Il festival, il cui tema, quest’anno, è quello della Luna, ai 50 anni dallo storico sbarco, è curato con passione dall’associazione Movimento e Fantasia, sotto la direzione artistica di Benilde Marini, Membro del Conseil International de la Danse Unesco, con la collaborazione di Bernard Shehu e Matteo De Simone. Dance Immersion ha, da sempre, una particolare attenzione ai giovani, offrendo loro sia la possibilità di approfondimento dei vari stili, che l’occasione di ottenere borse di studio presso importanti istituti italiani. Quest’anno, la sera del 30 agosto, si terranno infatti delle audizioni, in presenza dei direttori responsabili delle Scuole di Balletto di Toscana e Roma e del Nuovo Balletto Classico di Reggio Emilia.

Lunedì 26 agosto, l’inaugurazione del festival è affidata alle 3 mostre in programma a Palazzo Berardi Mochi Zamperoli alle ore 18: “Disegni con la luce” di Flavia Mastrella (artista di grande talento e versatilità, nota anche per la sua collaborazione con l’attore Antonio Rezza); “A lei” di Giulio Serafini (artista incisore, che ha lavorato con Pomodoro e Valentini); “alla Luna” degli allievi degli Istituti Comprensivi di Piandimeleto e Sant’Angelo in Vado. Alle 19 sarà proiettato il film “Le voyage dans la lune” (1902) di Georges Méliès.

Tra gli spettacoli in programma, alle 21.15 al Teatro Comunale, da segnalare (giovedì 29) la presenza del Nuovo Balletto di Toscana, diretto da Cristina Bozzolini, con lo spettacolo “Pulcinella, uno di noi”, una sintetica rivisitazione in chiave contemporanea del personaggio di Pulcinella nelle sue relazioni con una serie di altri protagonisti del suo mondo, a prescindere da una impostazione troppo narrativa, ma non senza riferimenti al mondo settecentesco nel quale si afferma questa maschera assunta ad immagine universale.

Affascinanti anche le “contaminazioni” tra canto, letture e danza in programma rispettivamente il 27 agosto con “Canto alla luna”, con giovani allieve accompagnate da Davide Di Gregorio e Simone Oliva e la danza della Mef ensemble nella coreografia Irene Calagreti, e il 28 con “Il festival legge Leopardi” con la presentazione di Matteo De Simone e la partecipazione di alcune soliste del Festival.

In dialogo con la luna e gli astri, Molisella Lattanzi, in una sorta di viaggio a tu per tu con i pianeti, “Leopardi la luna l’amore” a cura di Antonella Accili, per una nuova lettura del sommo poeta di Recanati e la conversazione con Matteo De Simone, studioso del rapporto tra psicoanalisi e arte, da Le illusioni perdute e la luna. Tutti i pomeriggi, dalle ore 17, curioso set ispirato alla luna “Shooting in the moon”, a cura di Foto Club Cagli, per un ritratto…lunare. Il gran Gala di chiusura, si svolgerà sabato 31, dalle 20,30 in teatro, con tutti i partecipanti agli stage. Info e programma dettagliato: pagina facebook, www.movimentoefantasia.it tel. 393.9690277.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *