Di scena il Gad

Era il 1948 quando iniziò il “Concorso filodrammatico interregionale”: vi parteciparono ben 12 compagnie che rappresentarono i loro spettacoli dal 24 maggio al 21 giugno al Teatro Rossini di Pesaro.

Nel 2018 siamo alla 71esima edizione del Gad, il Festival Nazionale di Arte Drammatica di Pesaro che dal 9 ottobre al 9 novembre proporrà spettacoli e incontri.

8 gli spettacoli in concorso, selezionati sui 104 dvd pervenuti dal direttore artistico Cristian Della Chiara insieme agli attori Giuseppe Esposto e Tamar Hayduke e al veterano Ortensio Rivelli, e diversi approfondimenti sul teatro. Da sempre punto di riferimento cittadino, il festival riscuote anche ottimi consensi dalle scuole che si stanno sempre più appassionando al teatro grazie anche al loro coinvolgimento diretto.

«Un cartellone che segue come sempre il concetto della qualità al di là di ogni altra considerazione: quando poi questo criterio permette di individuare altri percorsi è un ottimo risultato. – conferma Della Chiara – C’è infatti quest’anno un grande rinnovamento negli autori e nei testi, dove abbiamo forse trascurato un poco i classici, sostituti però con temi molto interessanti e con grande forza propulsiva di novità. Dallo scorso ottobre la nostra è anche la Città della Musica e tanta musica sarà protagonista del programma di quest’anno.»

Si parte il 9 ottobre con Teatroimmagine di Salzano (Ve) che propone un’originalissima versione de “La strana storia del Dr.Jeckyll & Mr. Hide”; Shakespeare e il suo “Moro di Venezia – Otello” sarà presente (12/10) nell’intelligente rielaborazione di un altro gruppo esordiente Teatro dell’Ovo di Marcianise (CE); dedicato a Rino Gaetano lo spettacolo della Compagnia Colpo di Maschera di Fasano (Br) “A Vigevano si spacca!” che esordisce al festival con la storia di una cover band (23/10); debutto anche per la compagnia Teatro del Bianconiglio di Eboli con “Settàneme”, spettacolo magico e misterioso con molti momenti musicali (30/10); La Barcaccia di Verona, vincitrice numerose volte, abbandona Goldoni per una pièce dedicata ad Achille Campanile dal titolo “Il povero Piero” (2/11); commedia divertente, ma con risvolti amari quella della compagnia Quanta Brava Gente di Taranto, con “Nient’altro che la verità” (4/11); “Erano tutti miei figli” di Arthur Miller (6/11), è lo spettacolo della Piccola Ribalta di Pesaro, due anni fa protagonista di un successo trionfale; mentre la compagnia Stabile del Leonardo di Treviso chiude la serie di spettacoli in concorso con un altro classico del teatro “Servo di scena” di Harwood il 9 novembre.

L’appuntamento, fuori concorso, con il musical, sarà con la Compagnia OGM di Forlì con “Parigi 1815, il fango e l’anima” (28/10), tratto da I Miserabili. Presente anche un omaggio a Luigi Lunari con “Oh che bella guerra” (17/10) che prevede anche due incontri, uno con il pubblico e uno con gli studenti. Due gli appuntamenti per i ragazzi: “L’isola che non c’è” (sabato 20 ottobre) musical tratto da Peter Pan dell’associazione culturale “Stella” di Porto Potenza Picena (MC) e, domani, “Un’improbabile storia d’amore” della compagnia Theatre Degart di Giardini di Naxos.

Proseguirà anche il progetto “Teatro e Scuola” che ha visto la partecipazione di 3000 studenti delle scuole superiori del territorio, sempre promosso dall’Associazione Amici della Prosa promotrice del Festival. 4500 spettatori hanno assistito l’anno scorso agli spettacoli in programma, oltre al folto pubblico che ha seguito i convegni e le mostre che hanno celebrato l’importante traguardo del 70esimo anno.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *