Do you speak english? film in lingua originale

Quinto anno per “Do you speak english?” la rassegna cinematografica che propone film in lingua originale: a partire da lunedì 4 febbraio e per altri sei lunedì, al Cinema Loreto di Pesaro, in scena alcune delle pellicole più interessanti attualmente in circolazione e un’ultima serata a sorpresa.

La peculiarità del progetto, unico in tutta la Regione e nato da una proposta dell’associazione “Il Campo” ed organizzato in collaborazione con il cinema Loreto ed il Comune di Pesaro (assessorato alla Bellezza), sta nel fatto che le pellicole, con sottotitoli in italiano, avranno la presentazione in Lis (lingua dei segni italiana), con l’obiettivo di riunire in un’unica sala sia le persone sorde che i normodotati, per una reale integrazione.

Un successo che dura da cinque anni, con una sala gremita non solo da persone sorde, ma anche da un pubblico composto sia da coloro che vogliono ripassare l’inglese che da stranieri, residenti in zona, e da cinefili che amano i film nella loro versione originale.

In programma 7 pellicole importanti, alcune anche candidate agli Oscar: questa sera “Widows – Eredità criminale” con la regia di Steve McQueen, un heist movie con sequenze memorabili; l’11 febbraio “The mule–Il Corriere”, l’incredibile storia di un novantenne che divenne un corriere della droga per il cartello messicano, diretto da Clint Eastwood; ottimi interpreti e ottima scrittura sono gli ingredienti di “Ben is back” di Peter Hedges (18/2); imperdibile, per gli appassionati di musica, “Bohemian Rapsody”, la storia dei Queen secondo Bryan Singer (4 marzo); l’11 marzo arriva “Se la strada potesse parlare”, una storia di amore e odio razziale, diretta da Barry Jenkins; l’ultima grande interpretazione di Robert Redford è in programma il 18 marzo, nel film “Old man & the gun”, con la regia di David Lowery; chiude la rassegna, il 25 marzo, “Green book”, un classico film americano da grande pubblico, diretto da Peter Farrelly. A presentare i film in Lis, l’interprete Roberta Cestari. Ingresso a 5 euro.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *