…a far l’amore cominci tu?..

Un nuovo spettacolo per l’irresistibile comicità del San Costanzo Show: “A far l’amore… cominci tu?”, un’esilarante commedia sexy, adatta a un pubblico di tutte le età, proposta dalla compagnia comica più amata delle Marche. L’esplorazione ironica del gruppo è rivolta alle tante “vie dell’amore” attraverso il lato comico del piacere: sketch e gags che lasceranno spazio anche all’improvvisazione con il pubblico. Ne parliamo con uno degli storici fondatori, Geoffrey Di Bartolomeo.

Qual è il lato comico del piacere?

<E’ ovvio che le nostre analisi sono sempre in chiave comica e ironica: abbiamo attualizzato l’amore universale attraverso i social che rappresentano la modernità degli amori virtuali…>

Ma cosa è l’amore per il SCS?

<L’amore è ridere sicuramente: qualsiasi argomento noi lo vediamo solo dal lato comico. Ci sarà anche un nuovo personaggio, una bambola di silicone..Ma c’è anche il nostro amore per il teatro, per i personaggi che da tanti anni portiamo in scena. Siamo un gruppo unito la cui caratteristica è la condivisione. La nostra forza è che continuiamo a divertirci sia durante le prove che negli spettacoli.>

Spettacoli che variano ogni sera?

<Abbiamo debuttato a Senigallia, ma lo spettacolo è in continua evoluzione: lo “aggiustiamo” ogni sera col pubblico e si rinnova sempre. Dopo diverse repliche c’è un 30% di novità. Anche la durata: non è facile stabilirla perché lo spettacolo “respira” molto col pubblico e molto dipende dall’improvvisazione.>

Il SCS sta diventando virale in tutta la regione?

<Credo che il suo successo derivi dalla freschezza della comicità, con personaggi che sono ormai dei classici, ma si aggiornano a seconda dei temi. Poi c’è il passaparola e il fatto che affrontiamo sempre temi molto attuali. Ogni volta ci guardiamo intorno e scegliamo un argomento che va di moda, su cui adattiamo i nostri personaggi.>

Avete esordito nel 2005 col laboratorio iniziato nel 2004. E’ cambiato qualcosa in questi anni?

<Sono cambiate tante cose: il gruppo fu fondato da Paola Galassi che ora si è trasferita a Milano e da 3 anni è Oscar Genovese a dirigerci oltre che a recitare, anche se le tracce di Paola sono rimaste, molto forti. All’inizio eravamo in 25, poi 15 ed ora 7. Sentiamo molto la mancanza di Peppe Nigra, scomparso prematuramente qualche anno fa. Fortunatamente, in una compagine tutta al maschile, è tornata Romina Antonelli, che faceva parte del gruppo iniziale.>

Siete reduci dal film fatto con Henry Secchiaroli: bella esperienza?

<Sì, molto: il film è andato molto bene, ma la distribuzione non è facile. Il film ha avuto più di 13mila spettatori ed è un’esperienza che rifaremo di sicuro. In compenso il nostro pubblico può ora usufruire dei video che troveranno al botteghino, anche se non è mai la stessa cosa.>

Lei ha anche un suo percorso personale: dei suoi personaggi chi troveremo in questo show?

<Di sicuro il monologo in accappatoio, ma anche un vedovo anziano e un baciatore seriale. Sono felice perché quest’anno sono anche nel programma di ScenaRidens con la mia “sit down comedy”.>

Tra i personaggi più amati dal pubblico anche Orietta Pedotti, una signora assai chiacchierona, per non dire logorroica, con una forte cadenza fanese, alter-ego femminile di Giovanni Giangiacomi, che così racconta lo spettacolo: <Rivelerò un segreto, siccome lo spettacolo è sull’amore e sul sesso, mi tengono dietro le quinte e mi hanno detto di cucinare per tutti. Allora ho comprato trote e orate da fare con le patate, quindi se sentite un profumino venire dal palco sono io che cucino. Non ho capito perché mi tengono lì, forse perché avevo proposto di fare uno spogliarello: se mi spoglio tutta nuda io sì che vi faccio capottare dalle poltrone…!>

I protagonisti di “A far l’amore … cominci tu?”, insieme a Di Bartolomeo e Giangiacomi: Romina Antonelli, Davide Bertulli, Oscar Genovese, Massimo Pagnoni e Daniele Santinelli.

Lo spettacolo sarà di scena, per la prima volta al Comunale di Cagli il 17 marzo e in doppia replica domenica 18 febbraio al Teatro della Concordia di San Costanzo.

Per altre date seguire il sito e pagina facebook della compagnia.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *