Il profondo mare blu: Luisa Ranieri in scena a Pesaro

Cosa siamo capaci di fare per inseguire l’oggetto del nostro amore? E com’è possibile che, pur di raggiungerlo, siamo disposti a sacrificare qualunque cosa? “The deep blue sea”, in scena al Teatro Rossini da giovedì 18 a domenica 21 ottobre, invita a riflettere su cosa un uomo o una donna sono capaci di fare per inseguire l’oggetto del loro amore.
Debutto importante dopo una residenza in allestimento, “The deep blue sea” è una straordinaria storia d’amore e di passione di Terence Rattigan con Luisa Ranieri diretta dalla regia di Luca Zingaretti. L’attore torna a Pesaro per dirigere una pièce sulle infatuazioni e gli innamoramenti che sconvolgono mente e cuore; l’amore folle che tutto travolge, a cominciare dal più elementare rispetto di sé stessi. La Ranieri e Zingaretti si ritrovano per la prima volta a lavorare insieme dopo essersi conosciuti sul set, ma avere, fino ad oggi, tenuto ben separata la vita dal lavoro. Un testo che la Ranieri ha amato da subito:

Un testo che parla d’amore, della forza dell’amore?

«Parla d’amore ma soprattutto dell’identità: attraverso una o diverse storie d’amore, anche di amori sbagliati, si arriva ad uno stato di maturazione, a ritrovare sé stessi e a capire chi siamo e cosa vogliamo davvero dalla vita».

Fino a quanto ci si può sacrificare per amore?

«L’amore dovrebbe essere un percorso a due, un rafforzamento l’uno dell’altro: fortificarsi, sostenersi. In questo testo c’è, invece, proprio quello che non dovrebbe essere l’amore, quel tipo di amore distruttivo, quello di donne che amano talmente tanto da dimenticarsi di sé stesse, ma l’amore vero non implica l’annullarsi nell’altro».

Come è stato lavorare a questo personaggio?

«Quello che mi piace di questo testo è che riguarda tutti noi, i nostri sentimenti, i nostri stati d’animo: chi nella vita non ha sentito di non essere amato abbastanza, di non essere compreso? È emozionante il percorso della protagonista, non sempre dritto e spesso tortuoso, nel voler tenere il suo uomo ad ogni costo. È più un bisogno che amore vero e, come dicevamo, ci siamo passati un po’ tutti».

Chi è Hester Collyer?

«Hester non va presa come esempio: si dà talmente tanto che si dimentica di sé: questo non è mai un sentimento sano, ma nasconde altre debolezze o fragilità. È bellissimo il viaggio che fa questo personaggio alla ricerca di sé, nel bisogno di essere amata: lei ama senza freni e darsi completamente la mette anche a nudo completamente».

Il testo è stato scelto insieme a Zingaretti?

«Andiamo spesso a Londra a vedere teatro e questo testo aveva colpito Luca che ne aveva comprato subito i diritti: dopo averlo letto me lo ha suggerito e io ne sono rimasta letteralmente folgorata».

Quindi avete scelto di lavorare insieme nonostante teniate separate vita privata e lavoro?

«E continueremo a tenerla separata, ma mi sembrava innaturale farmi dirigere da un altro: so del lavoro profondo che Luca fa con gli attori e mi sembrava stupido cercare un altro regista, almeno in questa occasione».

E come è lavorare con Zingaretti?

«È un regista molto esigente come lo è nella vita: molto attento ed esigente, ma questo alla fine produce risultati ottimi, mettendo l’attore nella condizione di dare il meglio di sé».

A chi dedica questo testo, chi dovrebbe vederlo assolutamente?

«Le donne per volersi più bene e gli uomini per imparare a capire come si amano le donne. Ci riguarda un po’ tutti, ma soprattutto è un testo molto emozionante e mi auguro che le donne si emozionino con me».

 

Sabato 20 ottobre incontro con la compagnia alle ore 18 presso la Sala della Repubblica del Teatro Rossini (ingresso gratuito).
Il cast, oltre a Luisa Ranieri, nel ruolo della protagonista, vede in scena anche Maddalena Amorini, Giovanni Anzaldo, Alessia Giuliani, Flavio Furno, Aldo Ottobrino, Luciano Scarpa, Giovanni Serratore.

Info: biglietteria del teatro tel. 0721 387621. Inizio spettacoli da giovedì a sabato ore 21, domenica ore 17.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *