Impreparati…

A 40 anni dalla scomparsa di Aldo Moro, mercoledì 9 maggio, TeatrOltre ospita, al Teatro Rossini di Pesaro, l’Accademia di Belle Arti di Urbino Scuola di Scenografia con “Impreparati (titolo provvisorio)”, liberamente tratto da “L’affaire Moro” di Leonardo Sciascia, progetto per uno spettacolo a cura di Rossano Baronciani, Francesco Calcagnini e Davide Riboli.

A quaranta anni da quei fatti che segnarono per sempre il nostro Paese, la Scuola di Scenografia elabora un’inquietudine e un presagio non sulla morte di Aldo Moro, né sugli uomini della scorta, ma sul gran varietà che si sovrappone alla realtà di questa tragedia.

Lo spettacolo offre una lettura tragicomica, per smorzare i toni di Sciascia su un fatto drammatico e scandaloso: quanto noi italiani siamo stati “impreparati” nel partecipare a questa vicenda?

< credo che sia molto importante, al di là della storia e di quello che ci ha consegnato, ricercare anche dell’immaginario. – afferma Rossano Baronciani – La vicenda di Moro ha colpito profondamente l’immaginario di questo paese, e speriamo con questo lavoro di restituire delle suggestioni …tragicomiche, perché comunque questo paese va letto principalmente con gli strumenti della commedia, che allo stesso tempo è anche tragedia.>

<In fondo è un’altra opera lirica – commenta Francesco Calcagnini – perché il libretto è un po’ da melodramma. Non è uno spettacolo sulla ricerca della verità, ma su quello che preferiscono gli italiani, ovvero non sapere le cose, non conoscerle non accettarle. Non è uno spettacolo su Aldo Moro né sulla strage, ma è su di noi e Sciascia ci osserva e si osserva con distacco, facendo usa di una vena drammatica molto alta, che non ci risparmia.>

<E’ uno spettacolo sull’assenza – conclude Davide Riboli – perché in questo spettacolo Aldo Moro non c’è, così come è mancato in tutta quella che è stata la sua tragedia. E’ uno spettacolo su tutto il bailamme che è stato creato mediaticamente intorno a Moro, ed è uno spettacolo dove speriamo di riuscire sia ad indignarvi che a divertirvi essendo ricorsi essenzialmente ad un artifizio che è quello di separare i corpi dalle anime.>

Sul palco: Fabrizio Bartolucci, Ottavia Catenacci, Giuseppe Esposto, Sandro Fabiani, Francesca Gabucci, Monica Miniucchi, Alberto Pancrazi, Claudio Tombini, Sofia Vernaleone; le voci registrate sono di Lucia Ferrati, Matteo Giardini, Lyu Yanrong e Sam WenYue Zhang.

Info: Teatro Rossini 0721 387621. Inizio spettacolo ore 21.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *