la musica incontra il mondo

di ANTONELLA FERRARO – La musica incontra il mondo, con la rassegna Segnali di Nota promossa dalle Associazioni Culturali L’Anfora e la Stele.
Sede eletta, la splendida rocca di Novilara, che ospiterà concerti rari dedicati alla musica come veicolo di comunicazione globale,  che oltrepassi le singole etnie nella visione di un unico scopo:
toccare la mente e il cuore di chi ascolta e lasciare un’indelebile traccia.
Cinque gli appuntamenti, che si dipanano nei mesi di giugno e luglio. Esordirà Corde Mediterranee mercoledì 1 giugno, serata inserita anche nel festival Pesaro Festa Insieme. Giovanni Seneca alla chitarra e battente, Gianni di Clemente alla chitarra, bouzouki, oud, e mandolino ed Anissa Gouizi alla voce eseguiranno brani ispirati alle differenti culture mediterranee: dall’Italia alla Spagna, dal Nord Africa alla Grecia fino ai Balcani in una mescolanza di suggestioni musicali intense, che fondono tradizione classica e popolare o contemporanea. Protagonisti sono gli strumenti a corda, utilizzati esaltandone le potenzialità più svariate.

 Sabato 4 giugno sarà la volta della Tradizione del Raga, con Partho Sarothy al sarod, Stefano Grazia alla tablas e il nostro Paolo Giaro alle chitarre. Sarothy è uno dei più noti artisti indiani: abilissimo al sarod, che con il sitar è lo strumento predominante della musica classica indostana, negli ultimi 40 anni si è esibito nei maggiori teatri mondiali. Accanto a lui, il grande percussionista bolognese Stefano Grazia e Paolo Giaro, artista pesarese eclettico, che non necessita di presentazioni, avvezzo da anni alla musica indiana, come a frequentazioni sonore etniche che abbracciano l’intero pianeta.

Venerdi’ 15 luglio, sempre al Castello di Novilara, si svolgerà una serata nell’ambito del festival Ville e Castella, che prevederà diversi appuntamenti interessanti: una conversazione con Donato Zoppo, storico della musica rock, la presentazione del libro La Filosofia dei Genesis, voci e maschere del teatro rock, con interventi live di Lucio Lazzaruolo e Raffaele Villanova. In serata, sarà servita una cena dall’associazione culturale La Stele (20 euro, comprensivi del biglietto). Alle 21,45 avrà luogo il concerto di Massimo Bucci al pianoforte, che immergerà gli ascoltatori nell’universo prog degli anni ’70, con brani dei Genesis, di Emerson, di Lake&Palmer, da Musical Box a Tarkus.

Sabato 6 agosto salirà sul palco il Tango Nuevo latin Jazz, già protagonista si una serata bellissima al Teatro Rossini, con il gruppo che vede paolo Giaro alle chitarre, Eliana Melone vocalist, Raffaele Damen alla fisarmonica, Massimiliano Tonelli al contrabbasso e Carlo Colocci ai sassofoni.un tango inusitato, riletto da un’angolatura espressiva che ne rivela l’essenza.

 Giovedì 8 agosto nel giardino della vecchia osteria della Vincenza si svolgerà con Riflessi di Pietra- Sincretico, l’ultimo concerto della rassegna, un assolo di Paolo Giaro alle chitarre e strumentazioni varie. Una magia generata dal talento di questo artista, che ha assorbito negli anni umori e sonorità provenienti da tutto il mondo rielaborandole secondo le sue percezioni e la sua tecnica esecutiva.

Il biglietto per i singoli concerti avrà il costo di 10 euro, mentre il costo dell’abbonamento per i cinque concerti è di 40 euro. Prima degli spettacoli dell’1 e del 4 giugno e il 18 agosto, sarà possibile degustare una cena alla locanda Ricci di Novilara, anche con specialità orientali.
Per informazioni, contattare il 3393707313, 3283878405 o 3382888419. In caso di maltempo, tutti i concerti si terranno in luoghi coperti e il programma potrà subire lievi variazioni.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *