l’Angolo della Poesia, tra musica e teatro

È in corso a Pesaro l’atteso appuntamento con l’Angolo della poesia che fino a sabato 28 luglio, a partire dalle ore 21, nel cortile di Palazzo Ricci (via Sabbatini) –  oggi Giardino della musica dedicato a Riz Ortolani, propone un viaggio nella poesia nelle più svariate sue sfaccettature. “Per piccina che tu sia” è il titolo di questa ottava edizione, dedicato al tema delle contestazioni e rivoluzioni sociali avvenute nella storia e il coinvolgimento della poesia in tali processi.

Ogni sera, Giuseppe Saponara, ideatore della manifestazione, darà spazio alla lettura e all’approfondimento di alcune grandi menti illuminate, ma anche al contesto storico dei vari poeti e scrittori, rivisto e analizzato secondo le analogie del quotidiano, dove non mancheranno sorprese e “voli pindarici” alla ricerca del senso che per ognuno di noi ha la visione poetica.

Da Cecco Angiolieri, a Arthur Rimbaud, Piero Ciampi, Antonin Artaud, Kate Tempest (per la prima volta presente una poetessa ancora vivente), fino allo “sconosciuto”, ma non meno interessante Emanuel Carnevali.

«Ringrazio la cooperativa Labirinto per il sostegno dato alla manifestazione quest’anno – ha sottolineato Saponara – senza il quale non avremmo potuto realizzare nulla. Quest’anno alla base c’è la contestazione, la rivoluzione e i rivoluzionari, la ribellione, i movimenti, il processo umano che è quello della diversità, dal non accettarla al volerla cambiare. Dadaismo futurismo avanguardie e contestazioni culturali. Il fil-rouge sarà incentrato sui cosiddetti “poeti maledetti”, siano autori musicali come Ciampi che Angiolieri, contraltare di Dante. Nella serata finale si tireranno, come sempre, le somme e svelerò i motivi della scelta del titolo di quest’anno».

Come per le passate edizioni, la conoscenza di ogni autore avverrà grazie alla presenza di grandi interpreti dello spettacolo, della musica, del giornalismo. Gli ospiti di quest’anno saranno: Vincenzo Zitello, Marco Bechis, Ferruccio Castronuovo, Giuliano Delli Paoli, Maria Clelia Cardona, Giancarlo Zappoli, Massimo Temporelli, Federico Nathan, Jacopo Mezzanotti, Giancarlo Dotto, Alfonso e Matilde Bianchi Fratteggiani, Valentino Romani, Gino Manfredi, Tania Passarini e Andrea Ciribuco. Immagini cinematografiche, clip musicali, interviste esclusive a grandi personaggi come il sociologo Domenico De Masi, il professore ordinario di Psicologia Sociale Università degli Studi di Milano Paolo Inghilleri e il noto designer Andrea Branzi a cui è dedicata, per tutto il periodo della manifestazione, una mostra di filastrocche ideate dallo stesso artista a palazzo Gradari (visibile ogni giorno con orario 18-21).

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *