Mike Westbrook: un Rossini jazz rock

Più di 30 anni fa Mike Westbrook realizzò “Rossini re-loaded”, rivisitazione in chiave jazz e rock di alcune delle opere più famose di Gioachino Rossini, commissionato dal Festival Internazionale di Teatro Contemporaneo di Losanna. Ora, il geniale pianista, compositore e band leader inglese lo presenterà, insieme alla sua Uncommon Orchestra, sabato 17 novembre, ore 21.15, al Teatro Rossini di Pesaro, per un concerto in esclusiva europea.

Un grande evento che rafforza la sinergia con Fano Jazz Network: «La particolarità di questo lavoro è che risale a tempi non sospetti: – sottolinea Adriano Pedini – non è nata apposta ma viene da molto lontano. È un grande onore per noi condividere l’omaggio a Rossini con uno dei capiscuola del jazz del movimento inglese. D’altronde il jazz è una musica “inclusiva” che si nutre di tutti i linguaggi, compreso quello classico e sarà molto interessante ascoltare questa versione jazz rock di Rossini».

«La nascita del progetto su Rossini risale al 1984, quando io e mia mogie Kate fummo contattati dal festival rossiniano di Lucerna, in Svizzera, per proporre un progetto originale basato sulla famosa Overtoure del Guglielmo Tell, che usai come materiale per comporre cinque brani distinti. – spiega Westbrook – Per l’occasione costituimmo una brass band che suonò per le strade della città: con noi c’era anche l’attore comico francese Bernard Maître, che impersonava Rossini travestito da uccello. Successivamente ci è stata data l’opportunità, da una big band tedesca di arrangiare per un organico orchestrale brani da Gugliemo Tell e da altre opere. In Italia abbiamo proposto il progetto su Rossini diverse volte, soprattutto negli anni Ottanta, ma mai prima d’ora a Pesaro. È quindi grande per noi l’emozione: finalmente lo suoneremo nella città natale di Rossini! È un concerto che consideriamo molto importante: stiamo pensando di registrarlo e, magari, di pubblicarlo successivamente su cd».

Un Rossini dalle sonorità jazz rock con brani tratti da Guglielmo Tell, La Gazza Ladra, Il Barbiere di Siviglia, Otello e La Cenerentola, in una veste assolutamente inedita. La Uncommon Orchestra, diretta prosecuzione della Mike Westbrook Orchestra, è costituita da 20 elementi, inclusi la cantante Kate Westbrook, moglie e compagna di molte avventure artistiche del leader, e da altri esponenti di punta del jazz britannico quali i sassofonisti Peter Whyman e Alan Wakeman e il trombettista Dave Holdsworth.

«La brillante e ritmica Ouverture di Rossini, con i suoi esotici toni moreschi, fornisce il veicolo per un arrangiamento orchestrale a tutto campo: un duetto tromba/batteria e un trombone ringhioso conducono l’ascoltatore verso la conclusione della prima parte del concerto. – prosegue Westbrook – In “Funkin’ Cinderella” due sassofoni contralto suonano insieme sul riff dell’Ouverture de La Cenerentola, suggerendo che la nostra eroina è forse più groovie di quanto si possa pensare. “Magpie” offre l’opportunità di una interpretazione in chiave latinoamericana dell’Ouverture de La Gazza Ladra. Le linee melodiche e la struttura degli accordi dell’originale sono assolutamente rispettate dalle sezioni dell’orchestra. Ho ideato un nuovo motivo per la sezione centrale improvvisata, con batteria e sax soprano e l’assolo di flauto di chiusura». L’Ouverture del Guglielmo Tell è divisa in cinque parti distinte, che non vengono suonate consecutivamente: «In effetti il nostro concerto inizia con la seconda parte. – chiosa il pianista jazz – Ho utilizzato l’originale struttura accordale come base per un assolo di tromba, durante il quale gli altri membri dell’orchestra prendono posto in vista della terza, entusiasmante, parte dell’Ouverture».

Sul palco del Teatro Rossini salirà la magica band geniale musicista inglese Mike Westbrook per “Rossini re-loaded” con: Roz Harding, Peter Whyman, Sarah Dean, Alan Wakeman, Ian Wellens (sassofoni), Graham Russell, Stuart Brooks, Dave Holdsworth, Dick Pearce (trombe), Joe Carnell, Stewart Stunell, Sam Chamberlain-Keen, Ashley Nayler (tromboni), Jesse Molins e Matthew North (chitarre),  Marcus Vergette (basso), Coach York (batteria), Kate Westbrook e Martine Waltier (voci),  Billie Bottle (chitarra basso, pianoforte, voce), Mike Westbrook (pianoforte). Ospite Frank Schaefer (violoncello).
Il concerto è organizzato da Fano Jazz Network, in collaborazione con Comune di Pesaro e Amat.

Info: Botteghino del Teatro Rossini 0721.387621

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *