Nuova stagione al Sanzio di Urbino

Il teatro Sanzio di Urbino come punto di approdo turistico e fonte di vitalità per l’intera città: queste le intenzioni della nuova giunta nei confronti del gioiello della città che dovrà rimanere a disposizione dei cittadini e aperto il più possibile alle iniziative culturali, come hanno sottolineato il nuovo responsabile del settore cultura Roberto Imperato e l’assessore al Turismo Andrea Crescentini, durante la conferenza stampa di presentazione della nuova stagione teatrale.
Una stagione ricca di proposte sfiziose, per tredici appuntamenti che compongono il cartellone, tra commedie, musical, danza, testi classici e contemporanei, esperienze del territorio e teatro ragazzi.

Si parte con una residenza di riallestimento: il 23 ottobre di scena un intenso Silvio Orlando in “Si nota all’imbrunire”, uno spettacolo agrodolce, venato di malinconia, scritto dalla magistrale penna di Lucia Calamaro, chiamata anche alla regia, che narra la storia di un uomo che, volontariamente, decide di vivere isolato in un paese spopolato.

Piacevole consuetudine l’appuntamento con la danza d’autore: il 13 novembre la Spellbound Contemporary Ballet, espressione di punta della scena contemporanea italiana, propone “Rossini Ouvertures”, prodotto l’anno scorso in occasione del 150esimo dalla morte del maestro, coreografato da Mauro Astolfi, al rientro da una tournée di successo.

“La bottega degli orrori”, il piccolo e delizioso “musical da camera” sarà a Urbino il 27 novembre con l’atteso ritorno, dopo 30 anni dal primo allestimento della compagnia della Rancia, di Giampiero Ingrassia nel ruolo di Seymur.

Unica data per questa stagione nelle Marche per Valerio Binasco regista e interprete, insieme ad un nutrito cast di talentuosi attori, di “Rumori fuori scena”, un cult del teatro contemporaneo, testo dal meccanismo implacabile del drammaturgo inglese Michael Frayn, in programma il 10 dicembre.

All’interno di una stagione colta e popolare al tempo stesso, non poteva mancare la sfida vinta da Andrée Shammah di far rivivere “I promessi sposi alla prova” di Giovanni Testori, (31/1), che vede sul palco giovani interpreti affiancati da grandi attori (Laura Marinoni, Luca Lazzareschi, Carlina Torta, Laura Pasetti) che con generosità si mettono “alla prova” con la scrittura di Testori arricchita da incursioni del capolavoro manzoniano.

Ancora un riallestimento per la coppia Elena Bucci e Marco Sgrosso, interpreti, l’11 febbraio, della favola di Brecht “L’anima buona di Sezuan”, con un omaggio a Leo De Berardinis: una parabola ironica, amara e attuale, irta di domande intorno al sentimento del bene e del male, in cui Brecht trasforma in epica e poesia i grandi movimenti della storia, della politica, dell’etica.

Brioso il finale di stagione, l’8 aprile, con “Massimo Lopez e Tullio Solenghi show”: i due amatissimi mattatori, ancora insieme sul palco dopo 15 anni, come due vecchi amici che si ritrovano, in uno show di cui sono interpreti ed autori, coadiuvati dalla Jazz Company del maestro Gabriele Comeglio, che esegue dal vivo la partitura musicale.

GLI SPETTACOLI PER RAGAZZI E LE PROPOSTE IN VERNACOLO

Nel cartellone del Sanzio, torna anche La città in scena con un trittico di proposte della Compagnia dialettale urbinate, che compie 18 anni, diretta dalla regia di Amleto Santoriello che propone 3 pieces: si parte il 10 gennaio con L’urinal, prosegue il 27 marzo con Gim a teatre e Guardme vén e si conclude il 29 maggio con La mina vagant. Alle famiglie sono rivolti tre appuntamenti domenicali con la rassegna Andar per fiabe: il 22 dicembre A Christmas Carol, un’interessante incursione nella lingua inglese del testo di Dickens, da parte di Fontemaggiore; il 26 gennaio “Federico condottiero e la città ideale” di ATGTP, spettacolo dedicato al grande Federico dal Teatro Pirata; il 16 febbraio l’appuntamento sarà con il divertente spettacolo circense, dalla coinvolgente colonna sonora, “Mago per svago” de L’abile teatro. Da gennaio, a completare la ricca proposta del Teatro Sanzio, sarà svelato il programma della settima stagione di “Urbino in musica” e di TeatrOltre, palcoscenico di teatro, musica e danza del presente. Nuovi abbonamenti a partire dal 15, 16 e 17 ottobre, presso la biglietteria del teatro 0722 2281. Prezzi invariati.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *