Robin Hood al Teatro della Fortuna

Arriva il musical a FanoTeatro: da venerdì 16 a domenica 18 febbraio in scena al Teatro della Fortuna “Robin Hood” con Manuel Frattini che torna a vestire i panni dell’impavido eroe che ruba ai ricchi per dare ai poveri, e Fatima Trotta, giovane attrice rivelazione, nota al grande pubblico come conduttrice di Made in Sud, che svelerà le sue doti di performer nel ruolo di Lady Marian. Una versione 2.0 del musical di Beppe Dati, anche stavolta autore delle musiche e del libretto, con gli arrangiamenti di Eric Buffat, e la nuova regia firmata da Mauro Simone con le coreografie di Gillian Bruce.

Come è la sua Lady Marian?

<Questa è una riscrittura, totalmente diversa da quella di 9 anni fa, dove i personaggi sono stati creati anche in base agli interpreti. Sicuramente non sarò la “solita” principessa: sarò molto ribelle, quasi un maschiaccio, molto dinamica a tratti anche un po’ comica, e molto forte dal punto di vista caratteriale.>

Una vita sul palcoscenico, dalla tv al teatro…

<In realtà sono nata a teatro, nel genere drammatico con una compagnia amatoriale. Poi sono rimasta piacevolmente affascinata dai meccanismi della comicità: fare da spalla ai comici mi ha molto divertito e il mio programma è ormai il mio punto di riferimento. Poi ho fatto fiction anche e cerco sempre di prendere il meglio da ciò che faccio. Il musical era il mio sogno nel cassetto, ma ho sempre rifiutato finora.>

Poi è arrivata l’occasione giusta?

<La proposta giusta nel momento giusto direi, poi l’affiancamento con uno straordinario professionista come Manuel, non potevo proprio rifiutare. Nella vita esistono questi momenti e forse i rifiuti precedenti mi hanno portato a questa bellissima occasione.>

Un sogno realizzato, e gli altri quali sono?

<Nel cassetto ho tanti sogni, ma questa è stata proprio la ciliegina sulla torta! I sogni non si dicono mai, ne ho tanti e devo dire che sono molto fortunata, perché piano piano si stanno realizzando tutti. Certo con la dovuta calma che richiede questo mestiere…>

Si definisce una timida: come combatte la timidezza sul palco?

<Timida sono nella vita, sul palco non mi sforzo però. Diciamo che la Fatima molto riservata, taciturna e riflessiva, sul palco si trasforma: vado di pancia, molto impulsiva e seguo le emozioni, sento e seguo il pubblico. Non c’è un modo di combattere la timidezza, in realtà mi sento un po’ come Dottor Jekyll e Mister Hide.>

Come si è trovata con il cast di Robin Hood?

<A partire dal regista, da una signora coreografa che ha lavorato a Broadway, fino al vocal coach: benissimo. Sono entrata in punta di piedi in un settore che è un mondo a parte e che sto iniziando a comprendere ora. Sono una gran lavoratrice e non mi ha pesato lavorare 9/10 ore al giorno: ne esco molto arricchita, un duro lavoro, ma molto gratificante!>

Esistono Robin Hood oggi?

<Potrebbero esistere, ce ne sono. Amo sognare, ma ci sono davvero tante persone che fanno del bene.

Un invito al pubblico di Fano?

<E’ un musical fantastico, nel vero senso della parola! C’è un Manuel Frattini che non delude mai ed è un vero family show. Si rimane catturati dalle scenografie in 3d: è uno spettacolo che fa sognare, anche comico e divertente, ma che non manca di lasciare un velo di malinconico messaggio.>

Sabato 17 febbraio, alle ore 18, al Teatro della Fortuna ritornano anche gli apprezzati e seguiti incontri con le compagnie. Info: 0721 800750. Inizio spettacoli, venerdì e sabato ore 21, domenica ore 17.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *