Spoon River a Trebbiantico

Nel centenario della stesura dell’affascinante ed emblematico testo di Egdar Lee Masters “Spoon River”, la compagnia Skenexodia ne propone una suggestiva e spettacolare ambientazione nei Giardini Esuli di Trebbiantico, sabato 16 aprile, dalle ore 21.

Spoon River è un testo assai curioso: contiene ben 19 storie che coinvolgono quasi 250 personaggi scelti accuratamente in tutte le categorie e mestieri umani. Masters si ispirò a personaggi realmente esistiti a Lewistown e Petersburg nell’Illinois. Alcuni di essi erano ancora vivi e, riconoscendosi, si sentirono offesi nel veder rese pubbliche le loro “faccende” private, anche perché l’autore, collocandoli nell’aldilà, li rende liberi di raccontare le loro storie con assoluta sincerità.
Il regista Luca Guerini ha scelto 34 attori per narrare alcuni dei più significativi epitaffi poetici della famosissima antologia: il pubblico si aggirerà liberamente all’interno del parco avvolto nelle tenebre con l’aiuto di una piccola candela, mentre gli attori saranno nascosti; quando lo spettatore illuminerà il volto di un interprete, questi inizierà a raccontare la propria storia.
“Un’iniziativa molto particolare – ha commentato Nicolas Blasi presidente del quartiere delle Colline e dei Castelli – che abbiamo subito accolto con entusiasmo perché rappresenta una sfida importante per un luogo che sta vivendo un grosso e profondo cambiamento.”
Lo spettacolo venne rappresentato, con un diverso cast, sei anni fa a Civitavecchia dallo stesso Guerini che ora lo ripropone in questo singolare anniversario: “Skenexodia sta lavorando molto e ha raggiunto una piena collaborazione con molti attori del territorio, con un’età che va dai 16 ai 70 anni. In questo spettacolo, in particolare, molte sono le persone che hanno scelto di aderire per rendere omaggio a questo capolavoro che prevede anche piccoli camei di personaggi della cultura pesarese.”
“Non è mai facile proporre eventi di qualità nelle zone periferiche – ha sottolineato il Vicesindaco Vimini – perché ogni iniziativa ha bisogno del suo spazio per rendere pienamente: la musica e il teatro richiedo infatti spesso spazi “protetti”. Questa proposta è invece in grado di cogliere pienamente l’esaltazione del luogo in cui avviene, fondendosi con il territorio e calandosi efficacemente  nel tessuto urbano.”

Sarà possibile fare il proprio percorso da soli, o in piccoli gruppi.

Costo del biglietto 5 euro a persona. Le candele verranno date sul posto. Si prevedono più repliche a partire dalle ore 21.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *