The Tallis Scholars: un’esperienza extraterrestre!

Hanno cantato con Sting e Paul Mc Cartney, hanno inaugurato, con un memorabile concerto, il restauro dei dipinti di Michelangelo nella Cappella Sistina, dimostrando come l’assoluta purezza della loro impostazione musicale possa fare della voce lo strumento privilegiato nel solcare i generi e le epoche: stiamo parlando del complesso vocale di musica polifonica più celebre al mondo, The Tallis Scholars, in programma al Teatro Rossini di Pesaro, sabato 9 febbraio alle 21, in esclusiva regionale.

Un vero e proprio grande evento per la Città della Musica che ospita un vero e proprio mito della musica: una preziosa occasione di fare, dal vivo, un’esperienza artistica unica, che fa gridare al miracolo ad ogni esibizione. “Voci miracolosamente bilanciate e ritmo sublime”, ha scritto il BBC Music Magazine, mentre the Observer, il noto periodico britannico della domenica definisce i Tallis Scholars “la cosa più vicina a una esperienza extraterrestre che potete provare seduti in una sala da concerti”.

IL REPERTORIO

Gli inglesi The Tallis Scholars si muovono su un repertorio che dalle evocative sonorità contemporanee di Arvo Pärt risale indietro nel tempo fino a classici inglesi come William Byrd, Thomas Tallis o John Taverner, passando per la scuola italiana di Palestrina e Allegri.
Attivi da oltre 40 anni (fondati nel 1973 dal loro direttore Peter Philips) attraverso incisioni e concerti, si sono affermati e rapidamente imposti al pubblico di tutto il mondo come il gruppo di musica vocale più prestigioso al mondo. È infatti grazie all’attento lavoro sull’intonazione e sulla fusione timbrica delle voci che Peter Phillips ha creato una purezza e una chiarezza di suono assolute, presto divenuta la cifra stilistica che caratterizza The Tallis Scholars.
I Tallis tengono circa 70 concerti l’anno nelle maggiori sale, chiese, festival e teatri d’Europa, Stati Uniti, Australia e Giappone (dove hanno compiuto più di 10 tournée). Nell’aprile del 1994 The Tallis Scholars hanno cantato all’inaugurazione dei restaurati affreschi di Michelangelo nella Cappella Sistina e pochi mesi prima hanno celebrato il IV centenario della morte di Palestrina con un concerto nella Basilica di Santa Maria Maggiore a Roma, dove Palestrina era stato maestro di cappella.

IL FONDATORE PETER PHILLIS

Il fondatore dell’incredibile gruppo, Peter Phillis, ha acquisito una impressionante quanto inusuale reputazione, dedicando la sua vita e lavoro alla ricerca ed esecuzione della polifonia rinascimentale. Ha fondato i Tallis Scholars nel 1973, con cui è apparso in oltre 2000 concerti ed ha inciso più di 50 dischi, incoraggiando l’interesse per la polifonia in tutto il mondo. Come risultato del suo lavoro, fra concerti, registrazioni, premi di riviste, pubblicazione di edizioni musicali e articoli scritti, la musica rinascimentale è arrivata finalmente ad essere accettata per la prima volta come parte del repertorio classico comune. Parte della reputazione di The Tallis Scholars deriva dalla collaborazione con la casa discografica Gimell Records, fondata da Peter Phillips e Steve Smith nel 1981, con l’obiettivo di incidere esclusivamente le loro esecuzioni. Molte hanno ricevuto prestigiosi premi, tra i quali “Record of the Year” della rivista «Gramophone» (la prima volta che il premio è stato attribuito a un complesso di musica antica) e due “Diapason d’or de l’année”.

Info e prenotazioni: Teatro Rossini 0721 387621

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *