UBIKkina: fumetti e abbracci

Domenica 5 maggio la libreria il Catalogo di Pesaro ospita un evento dedicato al fumetto: UBIKkina il festival itinerante nelle librerie Ubik, dedicato ai fumetti e agli abbracci. Fumetti e abbracci perché ogni sera ci saranno fumettisti e lettori che potranno divertirsi ad ascoltare i racconti, guardare tavole illustrate, parlare insieme di graphic novel, fare domande e chiedere un bellissimo “disegno dedica” sui libri.

UBIKkina è un festival che “dura pochissimo”: si svolge tutto in un giorno con inizio alle 18 e finisce ogni volta intorno alle 21, per poi riaprire in un’altra città il giorno dopo. A Pesaro giunge dopo Modena e Cesena. Partecipano moltissimi fumettisti e, ogni sera, alcuni degli autori più importanti della scena italiana, come Davide Toffolo, Maicol e Mirco, Daniel Cuello, Lorenza Natarella, Elisa Macellari, Lorenzo Ghetti, Vitt Moretta, Elisa Menini e tanti altri, incontreranno i loro fan. Presentatore di eccezione e ideatore del festival è Alessandro Baronciani che presenterà tutti gli incontri e ovviamente, se ci scappa, firmerà anche un po’ di libri.

Ogni autore presenterà il suo libro e cercherà un libro, dentro la libreria, da consigliare ai lettori.

«L’idea è nata proprio al Catalogo di Pesaro questa estate, quando abbiamo fatto una giornata di incontro tra i fumettisti “locali” e il pubblico. – racconta Baronciani – Ha avuto un successo incredibile, ci siamo divertiti molto tutti, sia gli autori che il pubblico, proprio perché era un incontro informale, una vera festa dove ci si conosce di persona, uscendo dai social. Insieme all’ufficio eventi di Ubik, che mi ha proposto di creare qualcosa intorno alle graphic novel, abbiamo pensato di renderlo itinerante, creando così un festival “on the road”. Ci saranno un po’ di sorprese e tanti autori che non girano spesso nelle librerie».

Ed è decisamente originale l’idea di Alessandro, anche perché mette in gioco autori e fruitori: «Di solito occorre “portare” i libri fisicamente in un festival: qui non occorre, siamo già in una libreria e c’è ampia scelta! Inoltre gli autori possono personalizzare i libri con le loro dediche, rendendo uniche le copie vendute. Le librerie Ubik sono un po’ diverse dalle solite librerie perché hanno deciso di aprire in posti alternativi. È vero che di fumetti se ne parla sempre di più, ma molte persone, ad esempio, non sanno cosa è una graphic novel, ovvero un romanzo a fumetti».

Il libraio è una figura che va sempre più scomparendo: «Se facciamo l’esempio con la musica, una volta c’erano riviste che consigliavano, che recensivano, che davano pareri ora non più. – prosegue Baronciani – Insomma, il consiglio di una terza persona è scomparso. Nel fumetto c’è un’acquisizione diversa dell’informazione: non sempre sai cosa stai per comprare e c’è bisogno di qualcuno che ti permetta di avvicinarti ad un determinato genere. In un festival come questo puoi guardarti tutti i libri, godere dell’esperienza di altri fruitori e parlare con i librai: una cosa molto diversa dall’acquisto on line e, cosa non meno importante, aiuti le librerie valorizzando i consigli di veri esperti».

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *