Vespri d’Organo: musica e poesia

Dal 10 luglio al 28 agosto, saranno 9 gli appuntamenti della XVI edizione del Festival internazionale Vespri d’Organo, con la direzione artistica di Giuliana Maccaroni e il patrocinio del Comune, della Regione, dell’Arcidiocesi di Pesaro, Amat, Rof e Fondazione Pesaro Nuovo Cinema. Oltre alla sede principale, nella chiesa di Cristo Re, alcuni concerti si svolgeranno anche nella Cattedrale, nella Chiesa del Nome di Dio e all’Annunziata, in una piacevole alternanza tra serate in cui l’organo risuonerà da solo, ad altri appuntamenti in cui questo affascinante strumento sarà accompagnato da altri strumenti musicali, dal canto e da letture sceniche.

Rinnovata la collaborazione con il circolo Shining che vedrà per il primo concerto (10 luglio) la proiezione di un film muto, “Il Golem”, pellicola del 1920 del regista Paul Wegener, uno dei primi esempi di surrealismo con l’influsso del genere fantastico, accompagnato da improvvisazioni organistiche di un maestro del genere come il tedesco Thierry Mechler. Come sempre infatti, gli artisti ospiti provengono da Italia, Germania, e Francia e sono professionisti che vantano un’intensa attività concertistica ed esibizioni nei più prestigiosi festival organistici mondiali.

Il 17 luglio, sempre nella chiesa di Cristo Re, in programma una serata speciale che avrà come protagonista l’organo a quattro mani con Giuliana Maccaroni e Martino Porcile che eseguiranno musiche di Rossini per presentare il loro cd “Di piacer mi balza il cor” dedicato al Cigno, a conferma del continuativo lavoro di qualità della Città della Musica Unesco.

Due le serate tra poesia e organo (con le letture dei versi di Tagore e K.Gibran da parte di Lucia Ferrati), il 24 luglio e il 7 agosto, mentre il 31 luglio, nella Chiesa del Nome di Dio, si esibirà una intera famiglia di musicisti, il trio “L’Accordo” con Enrico Zanovello all’organo e i figli Giulio e Valeria ai violini. A Ferragosto, i Vespri avranno come cornice la Cattedrale, con una star internazionale come Jean Baptiste Robin, l’organista della reggia di Versailles, straordinario talento riconosciuto in tutto il mondo anche per le doti di compositore. Il 21 agosto, nella chiesa dell’Annunziata la rassegna omaggia Leonardo: “La musica al tempo di Leonardo da Vinci”, la figurazione delle cose invisibili”, con il soprano Nadia Caristi e Massimo Marchese al liuto rinascimentale. Vespri d’Organo si chiude il 28 agosto, con “dialoghi romantici fra organo e violino” con Fausto Caporali e Enrico Groppo.
Info e calendario www.vespridorgano.it, orario concerti ore 21.15.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *