ViadelCanto: la musica non ha confini

Un evento unico nel suo genere che abolisce i confini e propone musiche dal mondo: “ViadelCanto” è un nuovissimo festival internazionale che intende promuovere l’integrazione sociale attraverso la valorizzazione delle diverse culture e si svolgerà tra Fano e Pesaro dall’1 al 4 novembre.

In natura non esistono confini, l’uomo li ha creati e solo l’uomo può distruggerli: nato da un’idea di Frida Neri e Anissa Gouzi, dell’associazione culturale Anima Femina, questo progetto intende creare momenti di condivisione per sperimentare il reale valore dell’incontro fra culture. Grazie ad una vasta rete di collaborazioni la parte spettacolare avrà degli intensi approfondimenti attraverso seminari, concerti e work shop con artisti provenienti da Senegal, Albania con il coro delle comunità Arberesche calabresi, Pakistan e Capo Verde. «Accoglienza e integrazione artistica e sociale sono alla base di questo festival – spiegano Gouzi e Neri – dove è importantissimo il coinvolgimento delle comunità locali con radici nelle aree geografiche coinvolte, per uno scambio culturale che avviene in maniera bidirezionale».

Guest star dell’evento due icone mondiali come la danzatrice, regista e attivista politica pakistana Sheema Kermani (il 2 novembre) e la celebre cantante griot senegalese Coumba Gawlo (il 4 novembre) che si esibiranno al Pala j di Marina dei Cesari di Fano.

Il Festival si apre il 1 novembre (h21) al Pala J Marina dei Cesari di Fano con il Coro Africano di Rimini, composto da 11 cantanti e 6 musicisti, che nasce dall’incontro tra studenti universitari africani e musicisti italiani per rielaborare con gusto contemporaneo musiche e danze tradizionali dell’Africa Occidentale. L’ensemble è diretto da Devon Ebah (aka Devon Miles), maestro di canto e polistrumentista nigeriano che si muove fra r’n’b e reggae. Alle 22, salirà sul palco Gabriela Mendes, voce autentica di Capo Verde.

Il 2, alle 21, sul palco del Pala J Marina dei Cesari saliranno la band Sounds of Kolachi insieme a Sheema Kermani in una performance che lega in modo diretto le tradizioni culturali del sud dell’Asia con la contemporaneità occidentale: 10 fra musicisti e cantanti provenienti da Karachi con la missione di far dialogare raga e armonia occidentale, le melodie pakistane con il contrappunto, strumenti tradizionali come il sitar e il sarangi con la chitarra elettrica.

Il 3 novembre ci si sposta a Pesaro con, alle 18 nel ridotto del Teatro Rossini, l’incontro fra la fisarmonica balcanica dell’albanese Bardh Jakova e il saltarello di Danilo di Paolonicola, cui seguirà, alle 21 il concerto della signora del folk italiano, Giovanna Marini, che insieme al Coro Inni e Canti di Lotta e alla Banda della Scuola Popolare di Musica di Testaccio trasporterà il pubblico in un viaggio negli ultimi due secoli di storia d’Italia attraverso i canti di lotta e la musica  folk nel concerto dal titolo “Ed un pensiero ribelle in cor ci sta!”

Chiusura il 4/11 con Coumba Gawlo, sul palco del Pala J Marina dei Cesari di Fano insieme al Ballet Africa Teranga, una delle eccellenze internazionalmente riconosciute nel campo della danza senegalese, composto da ballerini provenienti dal Balletto Nazionale del Senegal.

Durante il festival si terranno ben 13 workshop sul canto, sugli strumenti e sulle danze tradizionali, aperti a ogni livello di formazione e tenuti da alcuni degli artisti in programma e da ospiti speciali. Non saranno semplici lezioni di musica, ma veri e propri laboratori esperienziali in cui la diversità, la peculiarità, l’essenza della cultura proposta viene appresa per osmosi, per coinvolgimento. «Un approccio incarnato – sottolinea la Neri – inscindibile dalle storie, dalle memorie, dalle difficoltà e che riesce ad “in-segnare” proprio grazie a queste. Ecco perché ViadelCanto rappresenta l’opportunità di vivere pienamente il lato fertile dell’incontro fra culture, perché spesso non si tratta di musiche che si imparano su uno spartito, ma condividendone il racconto con chi ne è portatore e quindi facendo relazione».

Info: 333.3438122 o 388.4236456, info@viadelcantofestival.com

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *