Ville e Castella: distopie di ieri, utopie di domani

Folgorato da uno spettacolo di Simone Cristicchi incentrato sulla figura di David Lazzaretti, Nino Finauri, uno degli storici direttori di Ville e Castella insieme a Paolo Frigerio, ha deciso di dedicare il Festival di quest’anno all’Utopia: <Il filo conduttore di tutti gli appuntamenti, a volte anche solo trasversale, sarà l’utopia – spiega – Personalmente nutro grande simpatia per i sogni utopici, coraggiosi e sperimentali, riconoscendone però la stretta possibile contiguità con la distopia, quasi sempre in agguato dietro il futuro.>

Utopia come fil rouge di questa  XXI edizione di Ville e Castella, il Festival che abbraccia tutta la Provincia di Pesaro e Urbino, dalla costa alle colline, fino al Monte Acuto e a Borgo Pace. Come è tradizione, i protagonisti sono gli splendidi paesaggi che fanno volgere gli sguardi oltre i confini delle vallate, negli squarci di suggestivi borghi e pievi, dove il racconto, la musica e la filosofia si mescolano con la natura e il cibo biologico con oltre 16 appuntamenti tra giugno e luglio.

Inusuali concerti, chiacchierate con i maggiori pensatori/filosofi del nostro tempo, film e teatro, accompagneranno il pubblico in un viaggio unico e curioso a partire dal 17 giugno a Barchi, per finire con il magico concerto dell’Alba Dorata, tra sabato 22 e domenica 23 luglio, sul Monte Acuto di Frontone.

<Nelle lunghe recenti camminate nel deserto della Giudea, – prosegue Finauri – in spazi inospitali quanto puri, Paolo ed io abbiamo deciso: in questa XXI edizione indagheremo “la visione utopica e l’anelito alla perfezione” verso cui l’uomo è naturalmente incline. Storia e politica, certo, filosofia, pure, ma anche arte, relazioni, salute, felicità>

Da Platone a Campanella, il Festival indagherà nelle pieghe di un “vivere ideale”, dalle attuazioni utopiche di David Lanzaretti, il contestato leader del movimento del Monte Amiata, partendo dalla prima comunità hippies che si formò in Svizzera nel 1907, fino alle prospettive recenti, da Diego Fusaro a Bolelli e Mantegna, al cileno Rivas, a Gianfranco Bertagni (che invita alla camminata meditativa), passando dalle attuali problematiche dei flussi migratori (Domenico Quirico) e gli aspetti dei rischi dell’informazione globale con Marcello Foa. Ospite anche il regista Silvano Agosti che da molto tempo si occupa dell’aspetto relazionale dell’individuo, che incontrerà il pubblico in una conferenza/seminario e di cui verrà proiettato il film “D’amore si vive” (7 luglio al Monastero di Montebello).

<I concerti in cartellone – prosegue Finauri – sono eterogenei come le nostre curiosità fermentate nel caldo del deserto. Si va da un giovane cantautore pesarese, Davide Pagnini, che ha tanta voglia di raccontare con canzoni fresche ma profonde, ad un gruppo sofisticato, raffinato e contaminato come i DejaVù, qui accompagnati dalla performance visuale di Mauro Masi, artista di send-art.> Nel programma anche alcune performance teatrali tra cui la divertente italo-spagnola Arianna Porcelli Safonov che racconterà le gioie e i dolori del vivere in campagna. La data inaugurale (17 giugno a Barchi) approfondirà gli aspetti della comunità di Lazzaretti con lo scrittore Alessandro Hellmann (h18,30), seguita dal concerto (h21.45) dei Dejavu Quartet, mentre il 18 giugno ci si sposta a Mondavio con l’utopia del comunismo, secondo Diego Fusaro e il Concerto di Davide Pagnini. Tutte le info sulla pagina Facebook o sul sito www.villecastella.it

DI SEGUITO IL PROGRAMMA DELLE PRIME DATE DI GIUGNO:

Sabato 17 Giugno – Barchi (Terre Roveresche)

Ore 18,30 Conferenza–  Alessandro Hellmann (scrittore) “David Lazzaretti: modernità e scandalo di una utopia realizzata”

Ore 20,30 Cena servita da Pro Loco Barchi

Ore 21,45 Concerto – DéjàVùQuartet

Gianni Massante (chitarra), Fabrizio Flisi  (fisarmonica),  Federico Lapa (percussioni), Jimmy Innocenti (contrabbasso),  Mauro Masi (send art)

Domenica 18 Giugno  – Chiostro di S.Francesco (Mondavio)

Ore 18,30 Conferenza -Diego Fusaro (filosofo) “ Il comunismo è un’utopia? Cosa nasconde il fallimento del collettivismo”

Ore 20,30 Cena servita da Pro loco Mondavio

Ore 21,45 Concerto- Davide Pagnini (chitarra, voce),Federico Corucci (chitarra elettrica) , Luigi Benelli  (basso)

Lunedì 19 Giugno – Borgo la Rovere (Mondavio)

Ore 18,30 Conferenza–Lorenzo Sonognini (direttore Fondazione Monte Verità) “Ambientalismo, collettivismo, vegetarianesimo, nudismo al tempo dei bisnonni. L’incredibile esperienza utopica di Monte Verità”

Ore 20,30 Cena servita da  AE Emporio

Ore 21,45 Concerto–“High windsmayexist” – Fabio Mina (flauto, duduk, danmoi, khaen, sintetizzatore, elettronica, registrazioni ambientali), Marco Zanotti (batà, garifuna, percussioni, elettronica)

Ingresso solo conferenza o concerto 5€ – Con cena compresa 20€ (per la cena è vivamente consigliata  la prenotazione)

Sabato 24 Giugno–Centro storico (Mondolfo)

Ore 18,30 Conferenza – Franco Bolelli (filosofo), Manuela Mantegazza (scrittrice)  “ Il senso dell’impresa:perche’ non possiamo mai smettere di espandere i nostri sentimenti, valori, progetti, idee, relazioni, forme di vita…?”

Ore 20,30 Cena servita da Associazione Tre Colli

Ore 21,45 Concerto- Notturno Concertante

Lucio Lazzaruolo (chitarra classica, piano), Raffaele Villanova (chitarra classica), NadezhdaKhomutova (violino),

Francesco Brusco (bouzouki, chitarra acustica)

Domenica 25  Giugno – Sant’ Eufemia (Urbino)

Ore 18,30 Conferenza – Gianfranco Bertagni (filosofo) “Trekking e meditazione: per una filosofia del camminare”

Ore 20,30 Cena servita da AE Emporio

Ore 21,45 Concerto/reading–Vita, poesie e utopie del giovane Majakovskij

Chiara Cappelli (voce), ArloBigazzi (basso), Francesco Frank Cusumano (chitarra), Lorenzo Moka Tommasini (ritmi e suoni elettronici)

Giovedì 29 giugno – Casa Armonia (S.Costanzo)

Ore 18,30 Conferenza  – Andrea Rodrigo Rivas (politologo, economista) “Crisi, utopie e cambiamenti forzati del prossimo futuro”

Ore 20,30 Cena servita da AE Emporio

Ore 21.45 Concerto– “Ed Mondo”   Ersilia Prosperi (chitarra, voce), Diana Tejera (tromba, voce)

Appuntamento con prenotazione obbligatoria. Ingresso cena compresa 25€

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *