Garden Art Festival agli Orti Giulii

Sabato 20 e domenica 21 agosto agli orti Giulii, linguaggi diversi, apparentemente incompatibili,  si miscelano e contaminano in una kermesse di fine estate: al via la IV edizione di “Garden Art Festival: i codici del contemporaneo” (dalle ore 19).

Organizzato da Teatro dei Bottoni, Associazione Borgo Calling e Circolo Mengaroni, con il patrocinio del Comune di Pesaro, il festival unisce arti e azioni performative contemporanee offrendo al pubblico una panoramica su giovani artisti, musicisti e performer.

La novità d questa edizione è la collaborazione con “C | E | L | E | S | T | E Autoproduzioni” con la realizzazione della prima edizione di “Carta Forbice Sasso”: che apre una finestra sul mondo degli autori e illustratori dell’editoria indipendente ed elastici verdi, con una vasta esposizione di tavole e work in progress. <Modi e concetti qualitativi per interpretare un luogo come quello degli Orti Giulii – ha sottolineato l’assessore alla Bellezza Daniele Vimini – con le varie arti che si intersecano fra loro in maniera originale e curiosa.>

Le esibizioni di musica, teatro, danza e reading, si alterneranno senza sovrapposizioni, a partire dalle ore 19 del sabato e dalle ore 20 della domenica. Unica iniziativa nella mattinata di domenica, il work shop del Teatro delle bambole che propone un interessante lavoro sulla voce dell’attore.

Sabato 20 agosto, sul palco musica, troveremo: dalle 21.30 Antares, poi Istvan e dalle 23.00 Bologna Violenta, progetto di Nicola Manzan, uno dei più apprezzati compositori e musicisti italiani. Sul palco teatro dalle 20.15 si esibiranno giovani compagnie di teatro contemporaneo: Korekanè con “Raccontare Shakespeare, capitolo primo. Riccardo III”, una divertente e colta parodia, dove Alberto Guiducci (attore) e Tiziano Paganelli (musicista) come due clown, giocano con il testo di Shakespeare, raccontando al pubblico la storia di un uomo assetato di potere. A seguire la compagnia di teatro danza NNChalance propone “Happy Birthday”.
I reading sono affidati a Jacopo Nacci e Vanni Santoni.
Domenica 21, per la sezione musica: Kimono Lights alle 21.45, Love in Elevator alle 22.30 , unica band italiana invitata all’ ATP Festival, e Be Forest alle 23.
Sezione teatro: alle 20.45 Teatro delle Bambole, compagnia di Bari ospite negli ultimi anni di importanti festival e manifestazioni, tra cui “Inventaria 2015”, Collinarea Festival di Lari, Itineraria Festival”, che presenteranno lo spettacolo “La neve cade su tutte le rose: soliloquio sull’autismo” presentato in anteprima a Utrecht e Grenoble.
A seguire il Gruppo Ascii 32 “La fame #2: la canzone del non necessario” un collettivo di performer che lavora sulla commistione dei linguaggi e sperimentazioni, spaziali, tecniche/tecnologiche, sonore, visive.

Info: https://www.facebook.com/events/1758016671136374/ https://www.facebook.com/gardenartfest/

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *