Robert Todd a Pesaro

E’ uno dei più poetici sperimentatori e regalerà un suo personale omaggio a Pesaro: il regista americano Robert Todd è in città e dopo il workshop di lunedì pomeriggio, con partecipanti da tutta Italia, incontrerà il pubblico martedì 11 ottobre alle ore 17,30 nella Sala Pasolini / Cinema Sperimentale Piazza del Popolo, mentre alle 21, seguirà (alle 21) la proiezione di 8 suoi lavori, Cathedral 16mm, 20’ / Slow rise 16mm, 7’ / Summer light 16mm,15’ / Summer’s eve hd, 6’ / Riverside hd,14’ / Passing 16mm, 4’ / Golden hour 16mm,16’ / Cove 16mm, 7’.

robert-todd-a-pesaro-3L’iniziativa, “Robert Todd Lost Satellite” è stata curata da Mauro Santini e Gianmarco Torri, grazie alla sinergia tra l’assessorato alla Bellezza e la Mostra Internazionale del Nuovo Cinema. Con la sua Bolex 16mm, Robert Todd ha visitato Pesaro con il suo particolare punto di vista, l’osservazione, l’attesa, la luce, la distanza dal soggetto.

Molto contento il direttore di Pesaro Film Fest, Pedro Armocida: <Un appuntamento cinematografico autunnale che ricorda la gloriosa stagione della Rassegna Internazionale Retrospettiva le cui 22 edizioni si sono tenute dal 1982 al 2003. E’ importante per una manifestazione, che è legata indissolubilmente all’idea di festival, quindi di un evento limitato nel tempo e nello spazio, riuscire a ritagliarsi degli spazi e delle occasioni di incontro un po’ tutto l’anno. E’ un obiettivo a cui tendere e che viene inaugurato da un appuntamento di altissimo profilo culturale con il workshop di un filmmaker straordinario come Robert Todd. Ringrazio il Comune di Pesaro, assessorato alla bellezza, per il sostegno all’organizzazione e il comitato scientifico della Mostra, in particolare i curatori di questo evento Mauro Santini e Gianmarco Torri, per l’ideazione di un’iniziativa che rientra a pieno nella nuova linea editoriale del nostro festival con la presentazione di nuovi autori e la formazione di un nuovo pubblico.>

Per Daniele Vimini, assessore alla bellezza: <Questa iniziativa va nella direzione di ‘destagionalizzare’ il festival con appuntamenti al di fuori dell’evento estivo. Attraverso iniziative di questo tipo la mostra riafferma anche il suo ruolo di formazione nella fruizione dell’arte cinematografica e nella produzione. Un evento di grande prestigio testimoniato dal fatto che gli iscritti al workshop vengono da tutte le parti d’Italia. Sarà interessante vedere come l’occhio di un grande artista coglierà e racconterà la nostra città ‘a prima vista’.>

LE FOTO SONO DI FILPPO BIAGIANTI, scattate durante il workshop a Pesaro

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *