Cattolica si tinge di Giallo

di ANTONELLA FERRARO – Imminente esordio dell ’Edizione numero 43 del Premio Gran Giallo città di Cattolica, che riempirà le piazze della piccola cittadina rivierasca per omaggiare la letteratura del romanzo giallo italiano con un importante concorso che rappresenta una stella polare nel settore, grazie anche alla presenza di numerosi nuovi talenti che  parteciperanno alla prestigiosa kermesse nata nel 1973 dall’estro di Enzo Tortora, Alberto Tedeschi ed Oreste Del Buono.
Centododici i partecipanti, dai senior, classe 1032, ai più giovani, del 2002. Scrittori come Loriano Macchiavelli, Secondo Signoroni, Carlo Lucarelli ed Andrea Pinketts hanno esordito proprio a Cattolica giungendo alla notorietà. Ultimo vincitore del premio è stato Diego Lama nel 2015, che ha conquistato anche il Premio Tedeschi con La Collera di Napoli. Anche quest’anno sarà proclamato il vincitore della sfida letteraria dedicata al direttore di Il Giallo Mondadori, casa editrice che continua a supportare la manifestazione incoronando i nuovi talenti e lanciando la nuova collana Oscar Mondadori in anteprima. Quest’anno, come dichiarato anche dall’assessore alla cultura Anna Maria Sanchi, il Gran Giallo si avvarrà anche della collaborazione con il circolo del cinema Toby Dammit e la Fice e si protrarrà per una settimana intera con spettacoli, film, dibattiti ed incontri di alto livello.

Dopo le proiezioni dei giorni scorsi al Salone Snaporaz, si partirà il 23 giugno in piazza I Maggio, dove gli esperti di Ophir Criminology coordineranno un dibattito su I Delitti della Prima Serata, assieme al regista Emiliano Giardina noto al grande pubblico per l’individuazione del DNA di Ignoto 1 nel corso delle indagini relative al caso di Yara Gambirasio. A seguire, uno spettacolo di mentalismo con Max Vellucci e la sua performance Mind Crime basata su esperimenti di lettura e controllo della mente.
Il 24 giugno si svolgerà all’Hotel Kursaal un workshop sulla genesi del crimine, culminante in un aperitivo, mentre in serata saranno protagonisti noti giallisti come Lucarelli, Loriano Macchiavelli, Valerio Massimo Manfredi e Andrea Pinketts che presenterà La Capanna dello zio Rom, suo ultimo romanzo. In chiusura una presentazione della scuola di cinema di Napoli che offrirà un laboratorio sulla scrittura thriller per il cinema, Noir Factory, con la partecipazione di uno dei docenti che hanno collaborato alla serie Gomorra.

Le premiazioni del racconto vincitore occuperanno l’ultima serata, con una simpatica piada con delitto, in collaborazione con l’associazione Cattolica con la Tanzania dove la compagnia Gialli.it, sorta dal primo web magazine dedicato al genere inscenerà un omicidio, con un serial killer e degli indizi, chiamando i commensali a risolvere il caso, che si intitola I Hate: un serial Killer al Gran Giallo di Cattolica, con Ciro Sabatino, direttore della compagnia, Valeria Frallicciardi, Roberta Misticone, Alessandro Errico, Leonardo Mazza e Marcello Persico. Una conclusione al’insegna del divertimento.
Tutte le serate saranno introdotte da Joe Denti, narratore della storia del cinema.

Per informazioni, Simonetta Salvetti, Ufficio Teatro Comune di Cattolica , tel. 0541966778.

Per prenotazioni della cena con spettacolo, che avrà il costo di 22 euro, chiamare il 3383160142.

Info www.mystfest.comteatro@cattolica.netwww.cattolica.net – fb: Mystfest – Festival

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *