HANGARTFEST: Volare controvento

E’ Volare controvento il tema della XII edizione di HangartFest, con 6 spettacoli in prima marchigiana: Papelao, Two Girls, PostProduzione Duo, Tipologia della resistenza,  Soliloquio a due, Quintetto; 1 laboratorio con Axis Syllabus Intensive; 1 conversazione sulla danza: La ballerina cosmica; 3 progetti speciali, da Explorer per accompagnare i giovani spettatori nella fruizione attiva delle arti performative, a Young Up! junior project fino a Essere Creativo residency project che realizza 2 residenze artistiche con Andrea Gallo Rosso e Pablo Andres Tapia Leyton; infine 2 residenze extra con Lara Russo e Danila Gambettola.

La danza ritorna protagonista della scena pesarese con 3 week end ricchi di eventi, tutti in anteprima regionale, tra la chiesa della Maddalena e dell’Annunziata, dal 16 settembre al 2 ottobre.

Volare controvento <sottolinea la difficoltà nel promuovere arte e cultura in un malsano ristagno, sul piano sociale e culturale, dove si tende a percorrere le strade più ovvie, solo alla ricerca di consenso> come spiega il direttore artistico del festival Antonio Cioffi.

<Una cerniera con la stagione di danza che sta per iniziare a Pesaro – ha commentato l’assessore alla Bellezza Daniele Vimini – che crea quest’anno più che mai connessioni con le scuole, attenta all’espressione di giovani danzatori, nelle molteplici occasioni di incontro tra libri e performance.>

Si comincia venerdì 16 settembre, con il gradito ritorno di Lara Russo che partecipò nel 2011 ad Essere Creativo. La danzatrice porterà due lavori, frutto del suo percorso artistico di questi 5 anni: due coreografie accomunate da un forte legame tra danza e materia: Papelão, interpretata da Lucas Delfino che utilizza un ammasso di cartone come condizione per trasportare e abitare lo spazio scenico e Alluminio#2, sempre con Lucas Delfino insieme a Lara Russo. Sabato 17, di scena la seconda residenza creativa con Two girls (musiche di Alessandro Ruzzier) di Danila Gambettola e Serena Malacco.

Il secondo week end prevede, alle 18 di sabato 24, la conversazione sulla danza La ballerina cosmica: tra danza sognata e vera danza, a cura di Eugenia Casini Ropa che trae spunto dal libro omonimo di Linda Ferri per un ampio discorso tra immaginazione e realtà. La serata, dalle ore 21, sarà dedicata al progetto Essere Creativo che, da vetrina, si è trasformato in progetto di residenza e, su oltre 40 richieste dall’Italia e dall’estero, ospita Andrea Gallo Rosso e Pablo Andres Tapia Leyton: <Un luogo di accoglienza non occasionale – ha specificato il direttore Amat Gilberto Santini – per due artisti lontano dagli schemi, liberi di esprimere la propria arte in due luoghi magici.>

Venerdì 30 settembre, la danza si contamina con la fotografia e il video nella performance di Francesca Pedullà e Sabrina Marzagalli, mentre sabato 1 ottobre Marco Chenevier presenta Quintetto. Domenica 2 ottobre spazio aperto ai giovani a cura di Atelier Danza Hangart.

Dopo essersi esibito nella serata di apertura della scorsa edizione, torna Frey Faust che, insieme a Francesca Pedullà, terrà un workshop dal titolo Axis Syllabus Intensive nei giorni 1 e 2 ottobre presso Atelier Danza Hangart. Il laboratorio è composto da due parti complementari: la prima, a cura di Francesca Pedullà, dal titolo Percezione interna sarà propedeutica a quella di Contact improvisation, curata da Frey Faust.

Info e prenotazioni presso AMAT tel 071 2072439 // Call center Spettacolo Marche tel. 071 2133600.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *