da Madame Bovary a Calendar Girls

Classici e commedie in un perfetto equilibrio tra i generi che maggiormente appassionano il pubblico: si svela la Stagione di prosa del Teatro Sanzio (su iniziativa del Comune di Urbino in collaborazione con AMAT) che offre 7 spettacoli, due serate di beneficenza d’eccezione, con la partecipazione di Vittorio Sgarbi e il suo nuovo viaggio all’interno della poetica artistica di Giotto, e del Centro Teatrale Universitario Cesare Questa con una proposta inedita su Raffaello, e un’anteprima musicale il 10 ottobre con la masterclass di Dan Seidon.
Un percorso che evidenzia tre grandi classici che attraversano 800 e 900 a volte con riscritture di grande fascino come quella del noto romanzo di Flaubert “Madame Bovary” a cura della drammaturga Letizia Russo che vede Andrea Baracco dirigere una compagine di giovani attori capitanati dalla giovanissima “figlia d’arte” Lucia Lavia (25 novembre). Gli altri due titoli prevedono l’immortale “Filumena Marturano” di De Filippo con la regia di Liliana Cavani con in scena Mariangela D’Abbraccio e Geppy Gleijeses (che inaugureranno la stagione il 16 novembre) e Sebastiano Lo Monaco (10 gennaio), voluto fortemente da Sgarbi, nell’interpretazione del pirandelliano “Il berretto a sonagli”. Tra le commedie spicca “Calendar Girls” (2 febbraio), adattamento teatrale dell’omonimo film cult di Nigel Cole, che racconta la vera storia di un gruppo di donne inglesi tra i 50 e i 60 anni, capitanate dalla leader Chris, interpretata da un’inedita Angela Finocchiaro, che decidono di fare un calendario sexy per raccogliere fondi a sostegno della ricerca contro la leucemia. Un’intensa riflessione sulla bellezza in cui la Finocchiaro è affiancata da altre 7 ottime attrici tra cui Laura Curino e Carlina Torta, con una regia, tutta al femminile, di Cristina Pezzoli. Gli altri due appuntamenti con la commedia sono Nudi e crudi (7 marzo), di Alan Bennet, con in scena due cavalli di razza come Maria Amelia Monti e Paolo Calabresi, e il divertente e frizzante Serial killer per signora conclude la stagione in abbonamento il 21 aprile con protagonisti due amatisismi attori come Gianluca Guidi, che firma anche la regia, e Giampiero Ingrassia.
A completare la proposta, il 29 marzo spazio alla danza con Evolution Dance Theater, una fusione innovativa ed emozionante di danza, arte, acrobazia, magia e illusione in scena con Night garden coreografie di Anthony Heinl che trasportano lo spettatore in un regno magico, alla scoperta di cosa accade sotto la luce della luna quando il mondo si riposa e si avvia al sogno.

Ironico e istrionico come sempre, Vittorio Sgarbi ha introdotto la presentazione della stagione ricordando le difficoltà che incontrano cultura e spettacolo in una Italia che ancora non comprende come l’Arte possa essere veicolo di grandi indotti economici: <Non posso che essere compiaciuto di questa stagione dove vedo anche me stesso – ha commentato con simpatia – ma proporrei di fare inserti con serate che legano la bellezza del canto all’arte e ne ho già in mente una con il bravissimo Vittorio Grigolo.> Proposta accettata con entusiasmo dal Direttore Amat Gilberto Santini che ha specificato come la Stagione di Urbino sia un variegato contenitore di proposte, tra cui musica, “A teatro con mamma e papà”, TeatrOltre e uno spaccato sulla scena amatoriale. Nuovi abbonamenti dal 26 al 28 ottobre. Info: Teatro Sanzio 0722 2281, AMAT 071 2072439, www.urbinonews.it, www.amatmarche.net.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *