Monokerostina: il “dottor” Baronciani e il suo farma-fumetto

Un fumetto da prendere a “piccole dosi”: alla libreria Il Catalogo di Pesaro, si presenta mercoledì 17 febbraio il nuovo piccolo grande capolavoro di Alessandro Baronciani, Monokerostina, (nato con un crowdfunding e totalmente prodotto da Alessandro nel ruolo di autore ed editore) il farma-fumetto in scatola, composto da “12 pillole”, 12 episodi che raccontano di una ragazza, del suo unicorno, di una foresta dove una forte tempesta ha portato via tutti gli alberi, ma anche di una scoperta e di una guarigione.

Non sarà una presentazione come le altre: dalle 11 alle 18 il “dottor” Baronciani riceverà infatti, solo su appuntamento. Basterà prenotarsi e ogni copia sarà autografata personalmente, con tanto di ricetta e indicazioni per l’assunzione delle 12 pillole.

Monokerostina è un libro a fumetti davvero originale: oltre alle 12 storie spillate, nella scatola ci sono anche altre sorprese, foto e cartoline che aiuteranno i lettori a scoprire e ricostruire tutta la storia. In realtà, questo è il secondo esperimento “in scatola” del geniale fumettista e musicista pesarese, dopo Come Svanire Completamente, formato da una quarantina di libretti con mappe e cartoline sparsi al suo interno, uscito nel 2016.

L’ispirazione di Monokerostina si rifà a Little Nemo, uno dei primi storici fumetti del ‘900: «Lì c’era un bambino che si addormentava, visitava mondi fantastici e, nell’ultima tavola, cadeva dal letto. – racconta Alessandro – Anche qui la protagonista prende una pasticca, consigliata dal suo psichiatra, prima di dormire». Altro segno quasi indelebile di Baronciani è la protagonista femminile, che, questa volta, si chiama Annalisa e vivrà la storia insieme ad un’altra creatura fantastica, un unicorno, che si dice che possa curare da tutti i mali: una medicina perfetta. 

Diverse sono le storie a fumetti scritte da Alessandro, tra cui: Negativa, Le Ragazze nello studio di Munari, Quando tutto diventò Blu e La distanza insieme a Colapesce stampate con Bao Publishing, ma ogni volta il fumettista pesarese è in grado di stupire piacevolmente i suoi fan. 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *