Musica e Arte “chez Rossini”

Un’altra “chicca” all’interno della Settimana Rossiniana con un appuntamento imperdibile per gli appassionati del Cigno pesarese: domenica 26 febbraio alle ore 18, al Teatro Rossini, Paolo Bordogna, cantante di fama internazionale, ed il grande pianista e compositore Bruno Canino si esibiranno in un programma che attraversa 60 anni di musica creata dal genio inesauribile di Rossini. La serata sarà arricchita dalla performance pittorica dell’artista Giuliano Del Sorbo che dipingerà dal vivo sulle note dell’Overture del Guglielmo Tell.
Il baritono milanese torna sempre con piacere a Pesaro, soprattutto per Rossini: <È sempre una grandissima emozione, anche se è diverso fare un personaggio di un’Opera, che prendersi cura di interpretare le molteplici sfaccettature di quasi tutta la produzione di Rossini.>

Un programma ricchissimo?
<Praticamente 60 anni di musica da camera: io e Canino ricostruiamo una di quelle famose serate nella sua casa di Passy dove si esibivano, cantanti, pianisti, attori, poeti. Persino Giuseppe Verdi vi partecipava anche se taciturno come scrive Ricordi. Dai brani giovanili del 1813, fino alle ultime romanze, scritte intorno al 1867/68, poco prima della sua morte. Un Rossini veramente eclettico, che sapeva guardare al futuro, a melodie deboussiniane, con una curiosità che non gli è mai mancata.>

Una grande passione per Rossini la sua?
<Il programma nasce dalla mia curiosità di esplorare anche la sua musica da camera, con ricerche che ho fatto in Francia, in Germania e in Italia. Sono felice che questo spettacolo giunga finalmente a casa sua a Pesaro, dopo averlo presentato alla Pergola di Firenze e a Torino.>

Musica e arte insieme?
<La performance di Del Sorbo ricreerà proprio quell’atmosfera da salotto, saremo “chez Rossini”, ma oltre alla musica leggerò alcune lettere. Non i soliti aneddoti, ma lettere inedite di compositori che sono stati vicino a Rossini, che hanno visitato casa sua e si scopriranno cose molto interessanti!>

Quando è nata questa passione per Rossini?
<Nel 1998, quando il Maestro Zedda e Roberto Coviello hanno capito subito che la mia voce era adatta a cantar Rossini. Ho preso anche casa a Pesaro e ci torno volentieri. Non perdo occasione di leggere ogni cosa che lo riguardi e nel mio piccolo faccio collezione di sue stampe. Ho visitato tutti i luoghi in cui ha vissuto: Rossini ha ricoperto un ruolo chiave nella storia del melodramma italiano, influenzando lo stesso Verdi. Un grande genio C’è anche una buffa coincidenza: io, Canino e il Maestro Zedda siamo nati tutti il 2 gennaio…sarà un caso?

Quale fu la primissima cosa che cantò di Rossini?
<Da professionista è stata La Cenerentola che ho anche inciso, molte volte. L’ho fatta in tutto il mondo è una delle Opere che più ho cantato e anche la mia preferita insieme a Matilde di Shabran.>

Anche il binomio con Canino è ormai consolidato?
<Non potevo affidarmi ad un semplice accompagnatore, questo programma lo abbiamo pensato insieme: lui ha una musicalità sorprendente, forse il pianista che oggi, più di tutti, conosce tutta la musica di Rossini. Ogni volta che ci vediamo per provare questo concerto, scopriamo cose nuove.>

Energia e sinergia: mix esplosivo?
<E’ un piacere fare musica con Bruno, siamo la stessa cosa ci troviamo, risolviamo le cose allo stesso modo. E’ un programma molto impegnativo perché le arie da camera di Rossini mettono a dura prova sia la voce che il pianista.>

So che ci saranno delle sorprese…
<Un paio di inediti e, se il pubblico gradirà, nel bis anche la primissima canzonetta scritta da Rossini a 9 anni!>

L’appuntamento sarà preceduto, alle 17, nella Sala della Repubblica de Teatro, da Preludio: iniziativa curata dagli allievi e dai docenti del Liceo Musicale “G. Marconi”, che vedrà impegnati alcuni studenti già diplomati del Liceo e il Coro “G. Marconi”, in un repertorio tutto rossiniano per festeggiare la ricorrenza della nascita del compositore pesarese. Alle arie d’opera verranno alternati brani eseguiti dal coro del Liceo, che ha ricevuto numerosi premi in concorsi nazionali ed internazionali.

Info: Ente Concerti 0721.32482 – Teatro Rossini 0721.387620

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *