Queen’s Simphonies torna a Fano

Reduce da numerosi sold-out in diversi teatri e piazze italiane,  Queen’s Symphonies è in programma mercoledì 13 aprile (ore 21) al Teatro della Fortuna di Fano, nell’ambito della rassegna Sinfonica 3.0.
Il successo di questa affascinante operazione deriva sicuramente dalla sinergia messa in atto dai suoi ideatori, Claudio Salvi, autore del concept e della regia dello spettacolo, e il direttore ed arrangiatore Roberto Molinelli, che propongono un viaggio  tra storia, rock e sinfonia di uno dei mitici gruppi del rock mondiale. Lo spettacolo vede sul palco quasi 80 persone: l’Orchestra Sinfonica Rossini di Pesaro, il Coro del Teatro della Fortuna M. Agostini di Fano,   l’incredibile voce del cantante modenese Matteo Macchioni (ex concorrente del talent Amici),  sei componenti della band Zero Crossing, Accademia di Musica,  Fabrizio Bartolucci alla narrazione  il giovane Giuseppe Esposto nel ruolo di Freddie Mercury, insieme alle immagini salienti degli avvenimenti che hanno accompagnato la storia dei Queen.

“L’idea forte – spiega Fabrizio Bartolucci – è stata proprio quella di riattraversare alcuni episodi della musica contemporanea, rock pop progressive, divenuti ormai dei classici: prima i Pink Floyd ed ora i Queen. Ma l’ottima riuscita è dovuta al delicatissimo equilibrio  che solo la competenza di un direttore come Molinelli riesce a compenetrare, con un’ orchestra che segna i punti dove gli arrangiamenti diventano sinfonici o dove mantengono la loro sonorità rock, il tutto condito dal concept testuale costruito da Salvi, testi che fanno diventare racconto la musica stessa. Freddy Marcury è come se ci osservasse dall’alto e al tempo stesso ci racconta quanto è accaduto. La sua è stata davvero una grande avventura umana, legata alla sua scelta, portavoce del suo essere, del suo istrionismo e travestitismo, con una notevole capacità musicale e canora.”

“Conoscevo i Queen ovviamente – spiega il giovane Giuseppe Esposto – ma quando devi interpretare un personaggio così lontano da te e così vivo nell’immaginario collettivo non è semplice. Io mi sono documentato soprattutto guardandomi tante sue interviste, per conoscere il suo lato umano, così sensibile, fragile e profondo, diametralmente opposto alla grintosa aggressività esposta durante i concerti. Ho cercato la sua natura più intima e nascosta, creando un personaggio che giochi su questi due aspetti così importanti di questo grande idolo musicale.”

Un coinvolgente ed intenso percorso che vedrà in scaletta i maggiori successi che hanno accompagnato le vicende della tempestosa, tormentata e breve esistenza di Mercury in un crescendo di emozioni.

Info: Teatro della Fortuna 0721.800750

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *