To the Orchestra: un meritato successo

Si è conclusa con uno splendido concerto Sinfonica 3.0: tutta l’Orchestra Rossini in scena per uno speciale appuntamento dedicato proprio a tutti gli strumenti che compongono la magica atmosfera di un ensemble armonico: “To The Orchestra” di Benjamin Britten.
Nella prima parte  i professori dell’OSR hanno omaggiato Rossini con tre sinfonie: la prima Le siége de Corinthe,

osr_to_the_orchestra_sinfonica3-0_ph©_luigi_angelucci_065una delle preferite dal Cigno pesarese, ma poco eseguita anche per la sua difficoltà di esecuzione e dove l’OSR ha dato prova di avere raggiunto una notevole maturità artistica; poi le deliziose Soirées musicales di Britten e, ricordando anche un altro grande fiore all’occhiello cittadino come Riz Ortolani, un omaggio nell’omaggio, con il suo divertente Un petit train de plaisir.
Il Maestro Noris Borgogelli, versatile e piacevole intrattenitore, ha diretto con grande passione e competenza i 50 elementi dell’OSR, impegnati, poi, in una seconda parte molto affascinante: The young person’s guide to the orchestra: uno straordinario capolavoro di Benjamin Britten che è un vero e proprio trattato di orchestrazione ed una lezione incomparabile di composizione piena di verve e umorismo. Magnifico ascoltare un brano “vivisezionato” con intelligente maestria che permette di percepire le differenti interpretazioni affidate agli strumenti “cordofoni” (archi), aerofoni (legni e ottoni) ed infine alle percussioni.osr_to_the_orchestra_sinfonica3-0_ph©_luigi_angelucci_072

 

L’Orchestra Rossini ha contato, quest’anno, ben 11 mila spettatori in 23 concerti, nei Teatri di Pesaro, Fano, Jesi, Pergola e Ravenna. Prima del Concerto, il Presidente dell’OSR ha fatto i ringraziamenti di rito per il pieno successo di questa IV edizione di Sinfonica 3.0 e a noi sembra doveroso ricordare uno per uno i componenti di questa grande orchestra, capace anche di stupire nella formazione Pop che accompagna i pregevoli cross-over nella musica contemporanea:

VIOLINI I: Henry Domenico Durante*, Ulf Carlson*, Francesco Pellegrini*, Marco Bartolini, Lenuta
Popa, Silvia Stella, Susy Riminucci, Elisabetta Matacena, Gisberto Cardarelli
VIOLINI II: Nelu Negoita, Paride Battistoni, Caterina Matacena, Erica Antelmy, Caterina Boldrini
VIOLE: Noris Borgogelli*, Aldo Zangheri*, Silvia Vannucci, Paolo Principi, Roberta Tempesta, Giampaolo Valpiani
VIOLONCELLI: Luca Bacelli*, Alessandro De Felice*, Jacopo Mariotti, Colombo Silviotti, Giovanni Carboni, Elena Antongirolami
CONTRABBASSI: Daniele Gemignani*, Francesco Mancini Zanchi, Michele Valentini, Michele Mantoni
FLAUTI: Elena Giri*, Fabiola Santi (ottavino)
OBOI: Lorenzo Luciani*, Manuel Mantovani (corno inglese)
CLARINETTI: Paolo Fantini*, Vanessa Scarano*, Andrea Romani
FAGOTTI: Paolo Rosetti*, Luca Ridolfi
CORNI: Enrico Barchetta*, Artem Kozlov, Alessandro Fraticelli, GiovanniCacciaguerra
TROMBE: Francesco Marconi*, Riccardo Sabatini
TROMBONI: Carlo Piermartire*, Andrea Angeloni, Maurizio Garofalo
TUBA: David Beato
TIMPANI: Matteo Fratesi*
PERCUSSIONI: Stefano Manoni, Francesco Vichi                                             (L’asterisco * indica le prime parti)

Ringraziamo anche LUIGI ANGELUCCI per i bellissimi scatti che, come sempre, colgono non solo l’intensità dell’attimo, ma anche l’emozione.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *