Un sogno…in musica

Un sogno può essere condiviso e rivivere sul palcoscenico del Teatro della Fortuna da oltre 20 giovani ragazzi, grazie alla loro vitalità e alla loro voglia di mettersi in gioco.

Sabato 9 gennaio, al Teatro della Fortuna di Fano (ore 21.15) va in scena il musical “Sogno di una notte di mezza estate” realizzato dall’Associazione Happy Days di Fano, con la regia di Sandro Fabiani e il patrocinio del Comune di Fano, Ass.to alla Cultura. Da sempre il “sogno” shakespeariano rappresenta la fiaba per eccellenza, ricca di poesia, danze e canti di fate, scenari boschivi, passioni e incantesimi, visioni, inquietudine. Una commedia fantastica e vivace, un omaggio di Shakespeare all’innamoramento cieco e folle. E nasce proprio dal sogno la messinscena di questo musical, che è costata un anno e mezzo di lavoro con il coinvolgimento di 21 ragazzi dai 14 ai 23 anni, capaci di donare grande energia e vitalità.

“Una bambina sprofonda in un sogno, un sogno di mezza estate, e in esso trascina, tutto il proprio vissuto quotidiano: oggetti, persone, luoghi, paure, desideri. – ci racconta il regista Sandro Fabiani – In questo luogo indefinito tutto si mescola fino ad assumere una nuova, inaspettata, forma. La bimba, d’improvviso, si ritroverà in un fitto bosco, pieno di equivoci e malintesi, a spiare un re e una regina litigiosi, folletti dispettosi e creature magiche. La legge che tutti governa è la natura intesa come passione, sensualità e debolezza: ingredienti ideali per una commedia divertente ma anche ricca di poesia e delicatezza.”

“Leggendo la drammaturgia originale del testo – prosegue Fabiani – è chiaro come esso fosse stato concepito dal suo autore come un mix di canti, danze e recitativo. Ci è sembrato dunque naturale sperimentare questo tipo di lettura: in assenza delle musiche originali, la scelta doveva muoversi verso uno stile poetico e visionario che si avvicinasse alle atmosfere dell’opera e ai suoi personaggi.” Ecco quindi il motivo della scelta di Bjork, eclettica e sognante artista islandese, che oltre ad evocare, con la sua fisicità, creature appartenenti ad altri mondi, compone musiche apparentemente in assoluta sintonia con l’opera di Shakespeare e con il “sogno”. Accanto a Bjork anche musiche più popolari, ma ciò che più conta è stato il lavoro con i ragazzi che, attraverso questo tipo di esperienze, possono usufruire di una crescita sociale, culturale e formativa.

 Sul palco: La  bambina Anita Romei; Teseo e Ippolita Maria Cristina Nicolini;  La Luna Letizia Pasqualone;  Puk Chiara Furlani;  Gli Amanti Tommaso Fulvi Ugolini, Giulia Buresti, Alessandro Galli e Linda Giuliani; Oberon e Titania Marco Longhini e Olga Bartolucci; Le Fate Agata Conti, Michela Battisti, Viola Giuliani, Adele Boiani, Lea Fabiani, Eleonora Fabbri, Brigitta Pastore, Vanessa Ciavaglia; I Commedianti Andrea Boiani, Mario Di Sante, Emanuele Rebecchini, Lucia Meletti, Tommaso Ruscitti, Federico Vitali, Alessandro Bertozzi  e Monica Aguzzi

Direzione organizzativa e Artistica di Caterina Maggini
Maestra di Canto Valeria Visconti
Coreografie Chiara Furlani e Letizia Pasqualone
Collaborazione al progetto Marco Florio

Info: Teatro della Fortuna 0721.800750

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *