Vengo anche io..? In concerto con Enzo

Se una volta era lui la “guest star” dei concerti del padre, ora le cose si sono ribaltate: Paolo Jannacci propone il suo In concerto con Enzo, omaggio doveroso al grande ed eclettico artista che ha segnato per decenni la scena musicale e teatrale del nostro paese, in scena venerdì 15 aprile al Teatro Rossini, come “brindisi di apertura” del PesaroWineFestival, la fiera internazionale del vino d’artigianato che si svolge a Pesaro, nel locali del Centro Arti visive Pescheria fino al 18 aprile.

Essere “figli d’arte” a volte è un peso, ma Paolo, da anni musicista di talento che spesso accompagnava Enzo nei suoi tour, si sente felice di poter interpretare la sua musica in una eredità vissuta con lo spirito della giovialità di chi ha voglia di raccontare e ascoltare una storia: “Un’eredità che non mi pesa assolutamente: – ci confida – prima di tutto per una questione estetica perché mi piace proprio fare i pezzi di papà, funzioonali divertenti e profondi. Mi diverto molto a farli con la band e poi mi fa oltremodo piacere continuare a portare questo spettacolo in giro per fare ricordare o conoscere quello che papa ha scritto e come descriveva le sue idee. So come sono nati i brani, come sono stati ri-arrangiati in corso d’opera. Poi ovvio, io lo interpreto a mio modo, ma, per esempio lui durante i concerti non faceva solo il compitino di proporre il disco e la stessa cosa facciamo noi: suoniamo, inventiamo e facciamo jazz e mano a mano ci scaldiamo noi e anche il pubblico.”

Non facile scegliere i brani da eseguire nel vasto repertorio di Enzo: “Abbiamo, diciamo così, uno zoccolo duro, un buon 60% del concerto che rimane fisso, ma poi ogni volta alcune cose possono cambiare, a seconda di come va la serata. Mi ha fa molto piacere anche inserire  brani di Tenco e di Paolo Conte a me molto cari, brani che fanno parte di una memoria che non deve mai finire: la musica ha il potere di fluire liberamente, non si ferma mai e mai deve fermarsi.”
Avendolo accompagnato spesso sul palco, solo tu puoi riportare davvero in scena Enzo..
“Beh si, conosco esattamente dove vanno messi determinati accenti e parole, a seconda di come giravano gli accordi e sono testimone di un certo tipo di lessico che posso per forza fare solo io. Ci sono poi tanti aneddoti legati a molte canzoni di papà: come ad esempio quello del brano Musical che lui non faceva mai e io invece faccio perché mi piace tantissimo, oppure su Vincenzina, io e te… In più ho la fortuna di avere una band di musicisti affiatatissimi che non cambierei con nulla al mondo. ”
Insieme a Jannacci Junior sul palco Stefano Bagnoli (batteria e percussioni), Marco Ricci (contrabbasso e basso elettrico), Daniele Moretto (tromba, flicorno e cori).

Info concerto Teatro Rossini: 0721 387621

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *